Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:39 METEO:PISA11°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Attualità martedì 04 luglio 2017 ore 12:53

Chiudono i ponti, partono le proteste

Cna e Coldiretti sulle barricate: danneggiate le imprese di trasporto e quelle edili. Preoccupazione tra gli agricoltori



CASCINA — Continuano e si moltiplicano le ordinanze di chiusura ai mezzi pesanti di importanti tratti della viabilità locale. "Interi tratti di strade, ponti, viabilità di centri urbani sono interdetti al traffico pesante ma non troppo visto che si parla di mezzi superiori a 35 quintali: piccoli furgoni dunque", spiega la confederazione nazionale degli artigiani.

"Ad essere interessati non sono solo le categorie del trasporto merci e persone ma anche imprese edili, imprese agricole, e tutte le aziende che dispongono di mezzi superiori a quelle portate. In pratica una buona parte del nostro sistema economico è stretto in una morsa sempre più implacabile dal proliferare dei divieti che provocano perdite di tempi, aggravi di costi, nuove e sempre più gravi inefficienze provocate dalla inadeguatezza del sistema di infrastrutture".

Nei prossimi giorni saranno chiusi tutti i ponti lungo la Sr 67 bis Arnaccio. Altri ponti oltre a quelli già chiusi, saranno oggetto di nuove ordinanze fondate su motivi di sicurezza.

“Prese singolarmente tutte queste decisioni sono difficilmente contestabili- ha detto Matteo Giusti presidente CNA Pisa - Ragioni di sicurezza, di vivibilità, di imprevedibilità degli eventi climatici, ed altri motivi oggettivi, impongono tali decisioni. Di certo però la mappa dei divieti di circolazione ai mezzi pesanti e non solo, è diventata un labirinto inestricabile, un dedalo dove l'unica certezza sarà smarrire e disperdere la forza di quella parte del nostro apparato economico che sta resistendo alla crisi e che sta tenendo a galla tutto il sistema. Insomma, la misura è colma. Le imprese hanno bisogno di un contesto in cui le infrastrutture sono l'ossatura principale di una rete di servizi che deve funzionare".

Intanto anche le imprese agricole chiedono una soluzione alternativa. Lo ha scritto Coldiretti Pisa al Sindaco di Cascina, Susanna Ceccardi. L’annunciata chiusura del traffico per i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate, su tutti i ponti sull’Arnaccio, sta infatti causando forte preoccupazione tra le imprese agricole in un periodo dell’anno particolarmente importante caratterizzato dalle delicate fase di trebbiatura e di trasporto di cereali, paglia e pieno dai terreni agricoli ai magazzini del Consorzio Agrario o delle Cooperative e ai depositi azionali. 

“Siamo consapevoli delle criticità che sono alla base di questa decisione – scrive il Direttore, Aniello Ascolese al primo cittadino - ma ci permettiamo far presente che la nostra presa di posizione non è collegata soltanto al disagio che incontreranno gli imprenditori e quanti per lavoro utilizzano tali accessi, bensì muove da considerazioni più concrete, collegate alla necessità che le aziende hanno, specie in tale periodo, di movimentare i propri mezzi agricoli per l’esecuzione delle lavorazioni di trebbiatura e di trasporto dei prodotti. Le condizioni atmosferiche avverse hanno causato già notevoli danni alle produzioni e, conseguentemente, alle opportunità di reddito degli agricoltori; dover subire, da parte loro, ulteriori disagi in questi giorni rappresenterebbe una penalizzazione difficilmente comprensibile”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corteo organizzato dal comitato Porta Fiorentina e dall'associazione Sguardo di vicinato ha sfilato da via Cattaneo fino in zona stazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca