Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:25 METEO:PISA16°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 26 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il discorso di Giorgia Meloni nella notte, tra emozione e pianti di gioia

Politica venerdì 23 ottobre 2015 ore 15:36

Comune unico? Per ora poche aperture

Parlano i Sindaci di Vicopisano, Cascina e San Giuliano Terme. L'idea di un comune unico con Pisa raccoglie pochi consensi



PISA — Da una parte lo dicono gli studi settoriali sulla finanza locale, dall'altra c'è una spinta a livello centrale e regionale per unire, risparmiare, realizzare economie di scala. Ma nel mezzo c'è la politica del territorio e dei territori, quella fatta dai sindaci, dalle giunte e dai consigli che rispondono direttamente a chi li ha eletti e cioè i cittadini.

Ecco perché l'idea del maxi comune unico dell'area pisana ( 200mila abitanti tra Pisa, Cascina, Calci, San Giuliano, Vecchiano e Vicopisano ) più volte rilanciata dal primo cittadino del capoluogo anche per bilanciare l'egemonia fiorentina e portare tutta la zona a ricoprire un ruolo di primo piano sullo scacchiere regionale, ancora incontra ostacoli. Un'idea di fondo ci sarebbe e vedrebbe Pisa al centro di un'area più vasta. Ma qui vengono fuori i problemi:

"Grossi dubbi su questa possibile fusione. L'idea non mi piace, sono contrario perché si potrebbe perdere la territorialità e la politica locale ne sarebbe compromessa. Il mio Comune farebbe parte dell'area di Pisa, non della Valdera, perché non è parte dell'Unione dei comuni. I dubbi più grossi sono di natura politica e culturale: prima sarebbe importante mettere insieme i servizi, per agevolare i cittadini. Ma un presidio politico rimane necessario: i cittadini hanno bisogno di rappresentati sul territorio, altrimenti a chi si rivolgono?  Nel mio comune poi il risparmio sarebbe irrisorio: un assessore guadagna 500 euro al mese, non sono numeri che fanno la differenza." - sottolinea il Sindaco di Vicopisano Taglioli.

Per noi amministratori è sempre più pressante l'esigenza di trovare nuove sinergie tra Comuni, soprattutto quando ciò significa ottimizzare le risorse disponibili e garantire al contempo servizi migliori ai cittadini. Unire i servizi tra i vari Comuni è una strada che, tra l'altro, abbiamo anche già battuto, verso un percorso di condivisione che però non necessariamente deve per forza chiamarsi comune unico" - dice Alessio Antonelli a Cascina - a me sembra che in questo momento si ragioni di dovere comprare le scarpe e invece del miglior modello da scegliere si pensa alla scatola. Bisogna invece - dice ancora Antonelli - a funzioni e identità delle città mettendo sul piatto quel che di buono è stato fatto. Noi ad esempio a Cascina - conclude Antonelli - abbiamo rinunciato ai diritti edificatori e sposato l'ecosostenibilità, quanti sarebbero disposti ad affrontare la sfida?"

"E' un dibattito da fare a step, per dargli una giusta dimensione politica - sostiene il Sindaco di San Giuliano Terme Sergio Di Maio - dopodiché sono d'accordo per fare un contenitore e riempirlo di contenuti. Ben vengano i vari passaggi a vari livelli ma con la giusta discussione"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lutto per la scomparsa di Anna Di Milia Tongiorgi, Cavaliere della Repubblica Italiana e fino al 2021 presidente dell’associazione Non più Sola
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Politica