Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:05 METEO:PISA20°25°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 05 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Valentino Rossi annuncia: «Mi ritirerò a fine stagione»

Lavoro lunedì 11 agosto 2014 ore 15:06

Cesat, 18 assunzioni e finanziamenti dalla Regione

Il più importante centro artroprotesico di tutto il territorio regionale. Da novembre ci sarà il doppio dei posti letto



TOSCANA — La Regione Toscana sarà protagonista di un grande investimento a favore del Cesat, il centro di ortopedia artoprotesica situato nell’Ospedale San Pietro Igneo di Fucecchio. Già da quest’anno, tra personale medico, infermieristico e di assistenza, sono previste 18 nuove assunzioni per una spesa di circa 200 mila euro. Dal 2015, poi, la Regione ha previsto un maxi finanziamento di circa 5 milioni di euro.

Ad annunciarlo, con la soddisfazione di chi sa di aver messo a segno un grande “colpo” dopo appena due mesi di mandato, è il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli.

“Insieme all’Asl 11 – dice il sindaco – abbiamo ottenuto veramente un grandissimo risultato. La regione ha riconosciuto ancora una volta il nostro centro specialistico come una delle eccellenze toscane in ambito sanitario e ha deciso di compiere un grande investimento su Fucecchio dove lavorano professionalità di altissimo livello come il professor Massimiliano Marcucci. La scelta fatta della Regione, con i finanziamenti che arriveranno, permetterà alla struttura di non gravare interamente sulla nostra Asl. Fin dalla campagna elettorale mi sono impegnato incontrando più volte i vertici della Regione come l’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni e con il direttore generale Valter Giovannini proprio per ottenere questo risultato. Insieme alla dottoressa Monica Piovi, direttore generale dell’Asl 11, abbiamo portato avanti questa richiesta, consapevoli dell’importanza dell’intervento regionale per lo sviluppo del Cesat”.

Il centro artroprotesico, tra l’altro, a breve vedrà il raddoppio dei propri posti letto con il conseguente dimezzamento dei tempi di attesa.

“Il 1° novembre – conferma Spinelli – inaugureremo, con il presidente della regione Enrico Rossi, il secondo piano dell’ospedale che è stato completamente ristrutturato, andando così a raddoppiare il numero dei posti letto. Avremo così un centro, con oltre 40 posti, in grado di dare risposte ai tanti cittadini, toscani e non, che vengono a Fucecchio per risolvere i loro problemi alle articolazioni. Si tratta di risultati concreti che porteranno benefici tangibili anche al centro storico di Fucecchio che ospita questa struttura”.

La volontà di rilanciare la struttura ospedaliera fucecchiese, e con essa la parte alta della città, è da tempo uno degli obiettivi dell’amministrazione comunale.

“L’investimento che abbiamo fatto nel parcheggio e negli ascensori di Piazza Giovanni Paolo II – conclude il sindaco – ci permettono oggi di riportare nei locali dell’ospedale, e in quelli adiacenti, alcuni servizi molto importanti per i cittadini. Uno di questi è il Centro Prelievi che oggi si trova nei locali del distretto sanitario in Via Landini Marchiani ma che presto sarà trasferito all’ospedale”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Parcheggi Ospedale Cisanello: dal 1 settembre il "C" a pagamento per favorire il ricambio delle auto. Accordo con i sindacati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità