Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Proseguono gli abbattimenti sulla A24, nel tratto Roma-L'Aquila: demolito anche il viadotto Le Pastena

Attualità mercoledì 13 agosto 2014 ore 11:00

Scuole belle, 60mila euro di contributi

Sono sette gli edifici del territorio provinciale oggetto del provvedimento governativo. Lettera congiunta di Anci e Miur ai sindaci della zona



PROVINCIA DI PISA — “Alla cortese attenzione del sig. Sindaco…”. Comincia così la lettera congiunta, datata Roma, che porta la firma del segretario generale dell’Anci (che è l’Associazione dei Comuni) e del Capo dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali del Ministero dell’Istruzione.

Tema: il Piano di edilizia denominato “#Scuolebelle” volto al ripristino e al mantenimento della funzionalità e del decoro degli immobili adibiti ad istituzioni scolastiche ed educative statali per un importo complessivo di 150 milioni di euro per l’anno in corso.

Sono 7 nel territorio provinciale le scuole al centro del provvedimento governativo per quasi 60mila euro di contributi.

A Bientina, la scuola dell’infanzia. L’importo stanziato è di 8.400 euro.

A Castelfranco di Sotto, la scuola di piazza Garibaldi. L’importo stanziato è di 11.200 euro.

A Santa Croce, l’edificio di via Concetto Marchesi. L’importo è di 9.800 euro.

A Calci, l’edificio di via Propositura. L’importo stanziato è di 7mila euro.

Per quanto riguarda Calcinaia, la scuola interessata è nella frazione di Fornacette. La somma stanziata è di 8.400 euro.

A Ponsacco è la scuola “Machiavelli” a essere coinvolta nel provvedimento. Lo stanziamento è di 7mila euro.

A Crespina, nella frazione di Ceppaiano, l’edificio avrà un finanziamento di 1.499 euro per quest’anno e 5.655 per il 2015.

Gli interventi di mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili saranno prioritariamente riferiti a diverse attività.

Verniciatura delle pareti e degli infissi, a smalto o cementite, per la cancellazione di scritte o segni sulle pareti e sugli infissi.

Piccole riparazioni e rifacimento della coloritura degli infissi esterni ed interni, anche con sostituzione dei vetri, al piano terra o comunque raggiungibili dall’interno.

Rimozione, smontaggio e rimontaggio/riallocazione di attrezzature didattiche.

Piccoli interventi all’impianto idrico-sanitario, esclusi i generatori di calore.

Manutenzione delle sistemazioni a verde esterne e degli spazi e delle strutture dedicate alle attività ludico-ricreative e sportive.

Piccola manutenzione e riparazione di attrezzature e arredi scolastici.

I finanziamenti saranno erogati direttamente alle scuole interessate, che provvederanno all’acquisto del servizio attraverso le apposite convenzioni-quadro Consip.

Sono in corso contatti tra gli uffici scolastici regionali e i dirigenti scolastici per stabilire il cronoprogramma e il reale fabbisogno.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corteo organizzato dal comitato Porta Fiorentina e dall'associazione Sguardo di vicinato ha sfilato da via Cattaneo fino in zona stazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Sport

Attualità