Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:15 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 17 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Scuola, Bianchi: «Vaccino obbligatorio per la tutela di tutti»

Cronaca martedì 17 giugno 2014 ore 12:27

Documenti falsi per favorire l'immigrazione clandestina

Anche il supporto della Questura di Pisa all'operazione che ha sgominato la banda internazionale



PISA — Facevano documenti falsi e li vendevano a stranieri che, quindi, entravano in Italia da irregolari. 

L'organizzazione che favoriva l'immigrazione clandestina è stata sgominata dalla polizia, con il supporto dell'Interpol e delle Questure di Milano, Pisa e Terni, dell'Ufficiale di collegamento tedesco e dei Reparti Prevenzione Crimine di Cosenza e Vibo Valentia e unità cinofile.

L'organizzazione, infatti, aveva ramificazioni anche in altri Paesi dell'Unione Europea, e, in particolare, in Germania e in Grecia, dove mantenevano stabilmente contatti con altre organizzazioni, specializzate nell'ingresso clandestino di cittadini provenienti dall'Africa. 

L'organizzazione si era anche specializzata nella produzione di altri tipologie di documenti, tra cui certificati assicurativi, bollette, buste paga, buoni pasto e patenti di guida. 

Sono in corso, inoltre, numerose perquisizioni nei confronti degli indagati e di altri soggetti gravitanti attorno alla organizzazione. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un C130-J dell'aeronautica militare partito da Pisa ha trasferito il bambino dalla Sardegna a Firenze in un trasporto sanitario urgente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità