Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PISA18°31°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Saviano: «De Luca non mi vuole al Festival di Ravello? Non c'è nessun problema: non vengo»

Attualità lunedì 11 agosto 2014 ore 11:30

Emergenza, un nuovo accordo nasce a San Rossore

Sotto la tenda che è stata ospedale da campo degli scout, la Provincia di Pisa firma l'accordo con il Gruppo chirurgia d’urgenza del polo di Cisanello



PISA — I ragazzi se ne sono andati. Ma per smontare la città di San Rossore ci vorrà ancora un po'. Così la Provincia ne approfitta: oggi, sotto le tende dell’ospedale da campo, la Provincia di Pisa, con il presidente Andrea Pieroni e il direttore generale Giuliano Palagi, siglerà l’avvio di un percorso di reciproco sostegno con il Gruppo chirurgia d’urgenza (Gcu) del polo di Cisanello, unità coordinata da Giuseppe Evangelista e protagonista, da anni, di operazioni umanitarie in una moltitudine di scenari in tutto il mondo. 

Obiettivo dell’intesa, aumentare l’efficacia delle azioni che il sistema pisano è capace di sviluppare, in chiave sia di prevenzione sia di gestione critica, di fronte all’eventualità del verificarsi di calamità o comunque eventi naturali di grande impatto, con effetti di particolare gravità ed estensione.
In tal senso, la Provincia metterà a disposizione del Gcu la propria Sala Operativa Integrata (centro di raccordo della Protezione Civile su Pisa e tutto il territorio), dotazioni, in mezzi e risorse umane per lo svolgimento di attività locali, regionali, nazionali anche internazionali.
Il Gruppo Chirurgia d’urgenza consentirà la possibilità di impiegare i propri membri, professionalità altamente specializzate, nell’organizzazione di corsi di formazione diretti a dipendenti della Provincia, per l’acquisizione di competenze di vario grado – livello base, livello avanzato e operatore Dae (Defibrillatore automatico esterno) – da mettere a frutto sempre in scenari di eventuale criticità.
“L’accordo al via oggi – spiega Pieroni – ha una durata formale di tre anni: di fatto rappresenta l’avvio di una sinergia destinata a essere stabile e anzi a estendersi, consentendo al sistema della protezione civile provinciale di compiere un deciso e importante salto di qualità”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna viaggiava in sella ad uno scooter quando si è scontrata con un'auto all'altezza di Madonna dell'Acqua. Intervenuta la Misericordia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità