Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:06 METEO:PISA18°28°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 04 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Alla scoperta della «Pompei sommersa»

Attualità sabato 25 febbraio 2017 ore 23:10

Lorenzo Bani presidente regionale UISP

Lorenzo Bani

Dibattito lungo e partecipato tra i 111 delegati, due candidature e un documento condiviso. Bani, pisano, succede dopo 4 anni a Franconi di Pontedera



FIRENZE — Un congresso intenso e partecipato quello che ha portato all’elezione del nuovo presidente del Comitato regionale Uisp Toscana. A prevalere Lorenzo Bani che ha raccolto la maggioranza dei voti dei 111 delegati rispetto a Mauro Dugheri, ex presidente dell’Uisp Firenze. Due candidature autorevoli e un documento unitario che delinea le linee guida condivise per la guida futura del Comitato, arricchito da due ulteriori documenti personali.

Lorenzo Bani torna a ricoprire la carica più alta a livello regionale dopo un percorso lungo e vario all’interno dell’associazione che lo ha visto ricoprire ruoli dirigenziali sia a livello nazionale (è stato vicepresidente) che territoriale, quello di presidente del Comitato Uisp di Pisa, in carica negli ultimi otto anni. Lorenzo Bani succede dopo 4 anni a Matteo Franconi attualmente assessore allo sport al comune di Pontedera.

Una persona che proprio per questa lunga appartenenza conosce la Uisp in ogni suo aspetto, dalla quale si aspettano esperienza e conoscenza tali da guidare al meglio l’associazione in una fase di grande cambiamento. Queste le sue parole con le quali ha motivato la propria candidatura il giorno del Congresso:

Siamo in una fase delicata della società. Le nostre azioni e le nostre campagne per i diritti, ambiente e solidarietà rischiano di infrangersi contro una barriera populista che esprime intolleranza, razzismo, egoismi individuali e nello stesso tempo assistiamo al palesarsi di un crescente divario sociale.

La nostra associazione è chiamata a mettere in campo tutte le forze possibili per contrastare tale fenomeno, specialmente oggi dove aree politiche che condividono i nostri stessi valori rischiano di scomporsi e indebolirsi.

I comitati territoriali devono essere supportati in maniera forte, con un sistema di strette relazioni con le istituzioni regionali che permetta opportune ricadute sul territorio. Il passaggio da leghe a strutture di attività è stato troppo brusco, non è stato condiviso pienamente, ne approfondito. Ma oggi non possiamo tornare indietro per cui, occorre impegno per accompagnare il passaggio e per coordinare le SdA. Questo processo di riforma va governato, per non esporci al rischio di perdere competenze e dirigenti. La UISP sono le attività. Le attività sono la UISP. Non scordiamocelo”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il furto è avvenuto in Corso Italia. Il ladro è stato rintracciato e arrestato da una pattuglia della polizia municipale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS