Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:32 METEO:PISA18°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 28 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Lavinia Mennuni, chi è l'outsider che ha sconfitto Bonino e Calenda a Roma centro: «Ho vinto girando casa per casa»

Cultura domenica 19 ottobre 2014 ore 10:15

Galileo e la musica, un convegno nazionale

Appuntamento martedì 21 nell'aula magna del Liceo Carducci in occasione del 450° anniversario della nascita dello scienziato. Esperti a confronto



PISA — Galileo e la Musica. È questo il tema del convegno di studi in programma martedì 21 ottobre nell’aula magna del Liceo musicale statale Carducci, in via San Zeno 3.

Iniziativa promossa in occasione dei 450 anni dalla nascita di Galileo Galilei, dalla direzione generale per gli ordinamenti scolastici insieme ai Comitati per l’apprendimento pratico della Musica, dall’Università degli Studi di Pisa, dalla Nuova Limonaia e dalla Provincia.

L’importante ricorrenza consente a studiosi, ricercatori, insegnanti e allievi di continuare a indagare il significato complessivo dell’opera di Galileo, che consiste, di certo, in una rivoluzione scientifica e metodologica, ma anche in una visione complessiva del mondo e della cultura.

L’occasione è utile per mettere in luce lo speciale rapporto tra l’artista toscano (la definizione è di John Milton) e la musica. Galileo, abile nel suonare il liuto, ha avuto molto dalla musica: addirittura il suo imprinting epistemologico, secondo Stillman Drake. E ha anche dato molto alla musica, favorendo un cambio di paradigma storico, dalla dimensione matematica tipica di Pitagora (la musica come armonia di numeri) a quella fisica e fisiologica moderna.

L’obiettivo della Giornata Galileiana è quello di approfondire questi temi e verificare come la rivoluzione scientifica del XVII secolo che ha dato origine all’era moderna sia profondamente intrecciata con la storia della musica. In questo senso, l’intervento musicale degli studenti durante le sessioni di lavoro sostiene la concezione dell’unità del sapere tra pensare e fare.

Nutrito il parterre degli ospiti. Massimo Augello Rettore dell’Università di Pisa, Marco Filippeschi sindaco di Pisa, Luciano Chiappetta direttore del dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, Luigi Berlinguer presidente del Comitato per lo sviluppo della Cultura scientifica e tecnologica.

Interventi musicali dei “Flauti erranti” della Rete Regionale Flauti Toscana e degli studenti del Comprensivo “Fibonacci” di Pisa.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Parla il segretario del PD Oreste Sabatino dopo il sorpasso di FdI in provincia ma con i dem leader in città dove "andiamo avanti con il confronto"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tito Barbini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Politica