Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:38 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 07 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Crisanti sul vaccino ai bambini: «Sono favorevole, ho solo detto di aspettare qualche dato in più»

Cronaca sabato 03 maggio 2014 ore 20:00

Il Parco lancia l'osservazione degli uccelli

Birdwatching e attività di volontariato affiancati da esperti partono in via sperimentale dalla Tenuta di San Rossore



Un Parco da offrire agli amanti dei volatili e da conservare grazie ai volontari. Eccole le due nuove strade intraprese dall'ente Parco regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli, che sta sperimentando nuove forme di turismo. A partire dal birdwatching (osservazione degli uccelli): attività scientifiche e volontariato potrebbero divenire, secondo l'Ente, uno dei fiori all’occhiello della nuova vocazione turistica della Tenuta di San Rossore e dell’intera area protetta.
Per la prima volta, l’Ente Parco offre la possibilità, a chiunque sia interessato, di partecipare a un’esperienza unica di cattura e inanellamento di uccelli a scopo scientifico, affiancando ricercatori ed esperti all’interno della riserva naturale Lame di Fuori, classificata come zona umida di importanza internazionale ai sensi della Convenzione di Ramsar e meta di avifauna migratrice proveniente da tutto il Vecchio continente.
L’iniziativa, programmata il 6 e 7 maggio e aperta in via sperimentale a un numero massimo di 8 partecipanti maggiorenni, intende mostrare, in maniera unica ed emozionante, gli aspetti più concreti di una delle principali attività di gestione faunistica all’interno del Parco, di norma riservata ai soli ricercatori e tecnici.
Anche il volontariato sta iniziando ad avere un ruolo importante per le attività condotte nell’area protetta: sono molti infatti i cittadini sensibili ai temi della conservazione della natura, anche provenienti da altre parti d’Italia o d’Europa, che possono dare – soprattutto in una particolare fase della storia della Tenuta di San Rossore, nella quale gran parte dei dipendenti della Presidenza della Repubblica sta andando in pensione e non è possibile assumere altro personale in loro sostituzione – un contributo significativo in vari ambiti.

Il 9 maggio scadranno i termini per partecipare alla terza sessione di volontariato del 2014 – quella inaugurata nello scorso mese di marzo è la prima stagione organizzata direttamente dall'Ente Parco – pianificata per il periodo compreso tra il 12 e il 25 maggio: nelle due settimane, i volontari, fino ad un numero massimo di dieci, potranno soggiornare presso la foresteria dell’Ente Parco e dare così il loro contributo diretto alle attività organizzate all’interno dell’area protetta, a partire dalle campagne di pulizia delle spiagge e di tutela e monitoraggio ambientale, passando per le attività di sensibilizzazione ambientale – come l’assistenza e l’informazione ai visitatori – o la manutenzione dei sentieri, fino al presidio del territorio sotto il coordinamento del personale dell’Ente Parco. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il celebre cantautore romano e le sue canzoni accompagneranno la città della Torre verso il 2022. Concerto in piazza dei Cavalieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Spettacoli

CORONAVIRUS

Attualità