Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:30 METEO:PISA10°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Stop al ddl Zan, la senatrice Fedeli in lacrime: «Scusate, sono molto triste»

Sport domenica 29 marzo 2015 ore 10:05

La domenica all'ippodromo tra cultura e tradizione

Tutto pronto per il 125esimo Premio Pisa. La società Alfea rende noti i nomi dei partenti di questa giornata di corse. Appuntamento alle 15



PISA — Spettacolo, tradizione, cultura, qualità. Con queste poche parole si può riassumere il 125esimo Premio Pisa e tutto quello che gli fa da contorno.

Il Premio Pisa, listed race sui 1.600 metri, da una parte si presenta come il return match del Criterium di Pisa e dall’altra come la scelta di nuovi protagonisti. Il Criterium vide il successo del bisbetico Brex Drago, che Dario Vargiu riuscì comunque a portare vincitore sul traguardo nonostante il solito scarto verso lo steccato esterno. Questa volta sarà Cristian Demuro (impegnato la notte prima nello Sheema Classic in Dubai) a doverne moderare gli ardori. In dicembre secondo fu Gea and Tea, già rientrato con un garibaldino percorso in avanti nel Premio Thomas Rook dove è terminato secondo davanti a Chester Deal (che fu 5° nel Criterium): proprio lui (che rappresenta il team del vincitore dell’anno passato Salford Secret, Mario Lanfranchi e Riccardo Santini) di nuovo affidato a Djordje Perovic potrebbe ribaltare le linee.

Le novità sono Clockwinder, secondo nel Premio Arconte a Roma, Vennarecci (reduce da squillante vittoria napoletana), Magical Roundabout che permette a Paolo Favero di sellare il suo primo partecipante a una listed race in piano, e Vert Azur acquistato a reclamare in Francia dove è in allenamento da Gianluca Bietolini per i colori italiani di Stefano Bacci. Corral Canyon ha vinto l’autunnale ‘Goldoni’ ed è rientrato con un 4° posto nel ‘Rook’.

Nel Premio Regione Toscana, listed sui 2.200 metri, il cavallo da battere è Keshiro con Fabio Branca in sella in sella. Il Romito si è meritato questo tentativo così come i protagonisti dei due big handicap sulla distanza: Mawaal e Baby Duro che salgono di categoria ma hanno una forma al top. Da Roma sale il dotato ma scriteriato Alegro e Stefano Botti schiera anche Cospirator con Cristian Demuroe e Virtual Game con Luca Maniezzi.

Il Premio San Rossore, handicap principale sul miglio con una bellissima coppa d’argento messa in palio dalla Presidenza della Repubblica, è stato scelto come corsa TRIS nazionale. La distanza è quella dei 1.600 metri e sono 12 i cavalli al via. A questa corsa partecipano cavalli che hanno fornito prestazioni super a San Rossore come, a esempio, Major Conquest, Bonnie Acclamation, The Only Way, Nunnale, Marvi Thunders. Il cavallo da battere, però, è Screaming Eagle con Fabio Branca che è reduce dalla piazza d’onore nel Premio d’Apertura a San Siro.

La nota internazionale, come al solito, è data dalla tappa italiana della Fegentri World Cup of Nations con sette cavalieri e amazzoni che provengono da Stati Uniti, Germania, Francia, Germania e, naturalmente, Italia. Le monte degli ospiti sono state assegnate per sorteggio. Il peso è molto impegnativo ma Pepparone potrebbe regalare un altro successo in questa corsa alla Francia grazie a Sophie Sartorì. La norvegese Siljia Storen ha avuto in sorte Sincotti che in questo contesto può dire la sua. Anche King of Paradise e il tedesco Vinzenz Schiergen partono con ottime possibilità di inserimento. Gli italiani sono Iacopo Bindi con Pure King e Anna Lupinacci con Scettica e loro hanno il vantaggio di giocare in casa.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Coordinamento dei comitati cittadini lamenta scarsi controlli notturni e il dilagare in centro della mala movida. "Si rischia lo spopolamento"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Cronaca

Attualità