Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:50 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 08 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Prima della Scala, standing ovation per Mattarella

Politica venerdì 17 gennaio 2020 ore 15:00

Monitoraggio corsi d'acqua, "Territorio scoperto"

La consigliera regionale M5s Irene Galletti

La replica della consigliera regionale Galletti (M5S) alla risposta sul monitoraggio e pronto intervento in caso di esondazioni di fiumi e torrenti



FIRENZE — “La risposta che ci è giunta oggi dalla Regione a seguito della mia interrogazione è scioccante: in pratica dice che se anche tutti i fiumi della Toscana fossero muniti di centraline di monitoraggio dei livelli dell'acqua, non ci sarebbe comunque il tempo materiale per diramare allerte efficaci ai cittadini in tempo reale”. È la replica di Irene Galletti, consigliera regionale M5S, alla risposta ricevuta dall'assessora Fratoni in merito alle centraline in via di installazione a Livorno.


“Il quesito era in realtà focalizzato sulle centraline di monitoraggio che alcune associazioni del territorio vorrebbero contribuire a installare sul Rio Maggiore e Rio Ardenza, ma la risposta ha poi messo in evidenza questo aspetto preoccupante. È scritto chiaramente: il monitoraggio idrometrico copre solamente i bacini monitorabili, che sono quelli di dimensioni superiori ai 40-50 kmq, mentre per quelli di dimensioni inferiori, che sono una larga fetta di quelli presenti in Toscana, i rilevamenti sarebbero inutili per mancanza di sostenibilità tecnica e per “limiti fisiologici di utilizzo dei dati per l'allertamento, con tempi di preavviso troppo bassi”. Inutili i rilevamenti, impossibile il monitoraggio: quindi l'App, che avrebbe il compito di produrre in tempo reale informazioni utili a un pronto intervento, è inservibile su gran parte del territorio toscano.
La Regione come pensa quindi di mettere in sicurezza gli abitanti residenti in aree dove i corsi d'acqua non sono vigilati e vigilabili con le strumentazioni del Centro di Monitoraggio? Questi cittadini non sono certo meno a rischio degli altri in caso di emergenza alluvionale.

“Ringrazio la Consigliera Galletti per aver presentato questa interrogazione che aiuta a fare chiarezza su alcune questioni importanti relative alla sicurezza del nostro territorio. Proprio oggi in Consiglio comunale a Livorno abbiamo discusso di tematiche afferenti al post alluvione e ritengo necessario che queste fondamentali questioni siano seguite dai diversi livelli istituzionali con serietà e concretezza”, ha detto la consigliera comunale M5s Stella Sorgente, vice Sindaco di Livorno ai tempi dell'alluvione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un malore improvviso ha strappato ai suoi cari la donna. Dalla Scuola Mondo l'hanno ricordata come "una persona generosa, creativa e brillante"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca