QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°25° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 18 settembre 2019

Cronaca mercoledì 19 marzo 2014 ore 12:30

Mancano comunicazione e posti a sedere, viaggio sui treni toscani

Il report è dei 45 ispettori regionali per l'anno 2013: un treno su quattro ha problemi di climatizzazione, ma quasi tutte le obliteratrici funzionano



PISA — Hanno viaggiato per 17mila volte sui treni toscani. Così 45 ispettori regionali hanno fotografato la situazione dei treni nel 2013.
Il risultato non è confortante, ma a dire il vero neppure inatteso: il 63 per cento dei treni toscani non ha un numero di posti sufficienti per i viaggiatori o sono carenti nella composizione del treno, il 23 per cento ha problemi di climatizzazione e nel 79 per cento dei casi i passeggeri non ricevono abbastanza comunicazioni a bordo perché manca il personale o gli altoparlanti non funziono.
Nel report, gli ispettori verificano pulizia, composizione dei treni (numero di posti), informazione a terra, informazione a bordo, riscaldamento, climatizzazione, accessibilità toilette, apertura porte esterne, arredi di bordo, funzionamento emettitrici, funzionamento obliteratrici, comunicazione a bordo. 

"Sono numeri che testimoniano l'impegno del nostro gruppo ispettivo – afferma l'assessore regionale a Infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli - e che confermano l'attenzione della Regione per monitorare il rispetto degli standard di qualità del trasporto ferroviario regionale. In più, grazie a una modifica di legge, abbiamo creato le premesse per rafforzare il gruppo ispettivo, inserendo anche dipendenti di enti territoriali. Nel frattempo stiamo lavorando per consentire agli ispettori di avere strumenti sempre più adeguati a fornire informazioni quanto più dettagliate e disponibili nel minor tempo possibile".

“I voti nelle altre categorie – continua Ceccarelli - sono invece più che sufficienti, soprattutto per quanto riguarda la pulizia, risultata positiva nel 92,5 per cento dei casi, gli arredi di bordo 98 per cento, il funzionamento emettitrici 96 per cento e le obliteratrici 93 per cento. Ciò conferma – commenta Ceccarelli - quanto ci dice anche il rapporto 'Pendolaria 2013', ovvero che la situazione della Toscana è tra le migliori in Italia. Ma non ci accontentiamo di certo. Intanto, siamo concentrati sugli aspetti di maggiore debolezza, che dovrebbero beneficiare dell'entrata in servizio delle 63 nuove carrozze vivalto, prevista entro l'anno. Per quanto concerne la comunicazione relativa alle criticità del servizio, premesso che è un obbligo per i gestori, la Regione sta predisponendo un progetto di piattaforma web da mettere a disposizione degli utenti per favorire l'interscambio di informazioni. Oltre a questo, è aperto il confronto con Governo, Trenitalia e Rfi, per ottenere maggiori investimenti sui servizi regionali e interregionali".



Tag

Italia Viva, Renzi e Vespa prendono il caffè e all'ex premier «sfugge» il nome del nuovo partito

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Lavoro