Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:PISA20°26°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vanessa Ferrari: «Puntavo all'oro, ma è arrivato un bellissimo argento. Più di così non potevo fare»

Cronaca giovedì 03 luglio 2014 ore 09:05

Modì in 56 fotografie

Livorno anticipa la mostra a Palazzo Blu. La vita di Modigliani raccontata dagli scatti di Luca Dal Canto



PISA — Prima di arrivare a Palazzo blu dal 3 ottobre al 15 febbraio, Modigliani farà tappa a Livorno dal 12 luglio al 3 agosto. Alla Bottega del caffè, nel quartiere La Venezia, ci sarà infatti una mostra dal titolo I luoghi di Modigliani, tra Livorno e Parigi, un’altra iniziativa che vede protagonista il pittore livornese nel 130esimo anniversario della sua nascita.

Si tratta di un’esposizione fotografica dei luoghi in cui l’artista ha vissuto e lavorato, ma immortalati così come sono oggi, dopo un secolo di cambiamenti. 56 scatti ritraenti 44 luoghi tra Livorno e Parigi, ognuno dei quali accompagnato da una didascalia che racconta un aneddoto legato a quel determinato luogo.

Gli scatti sono di Luca Dal Canto, regista e fotografo livornese. Suo è anche il cortometraggio Due giorni d’estate, che trae spunto proprio da un’opera di Modigliani e che è stato presentato in prima mondiale al 67esimo festival di Cannes nella sezione fuori concorso Short Film Corner.

La mostra sarà inaugurata sabato 12 luglio alle 19 con un intervento musicale di Simone Soldani e Luca Faggella, che canterà alcune canzoni di Piero Ciampi. Infine ci sarà una degustazione di torta di ceci.

La mostra pisana invece esporrà dipinti e sculture del pittore livornese provenienti dal Centre Pompidou di Parigi e da collezioni pubbliche e private, sia italiane che straniere.

L’iniziativa a Palazzo blu sarà curata da Jean Michel Bouhours, studioso di Modigliani e curatore del dipartimento delle collezioni moderne del museo francese prestatore delle opere. In contemporanea, delle aree del Palazzo saranno dedicate all’esposizione di opere di altri artisti come Soutine, Picasso, Chagall, Léger, Utrillo, Valadon, Derain, Dufy, Gris, Severini e Brancusi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati sanitari aggiornati alle ultime 24 ore. Oltre il 75 per cento dei nuovi contagi si è verificato tra bambini, ragazzi e giovani sotto i 35 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca