Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA10°13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 02 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Guardare il mondo da un metro di altezza: la storia di Francesca Moscardo

Attualità lunedì 15 dicembre 2014 ore 09:00

Museo di storia naturale, record di visite

I 50mila visitatori di quest'anno superano di 20mila unità quelli degli anni precedenti: un traguardo storico



CALCI — 50mila. Questo il numero dei biglietti che il Museo di storia naturale dell’università di Pisa ha staccato quest’anno. Un risultato ancor più sorprendente, se consideriamo che in precedenza i visitatori erano stati circa 30mila ogni anno.

“Questo –dicono dal museo- grazie alle numerose iniziative per promuovere la struttur a livello capillare sul territorio, all’impiego dei social network e all’insostituibile apporto dei giornali, ma soprattutto grazie all’impegno dei dipendenti e degli operatori che hanno contribuito con le loro idee, le loro risorse e la loro professionalità a far sì che un patrimonio storico, artistico-architettonico e scientifico più unico che raro fosse finalmente noto e valorizzato come meritava. Era tempo che un luogo tanto ricco di passato tornasse ad essere protagonista nel presente, tornando ad assumere su di sé il ruolo di centro di aggregazione e diffusione culturale che gli era appartenuto nei secoli”.

La cifra tonda è arrivata nella giornata di domenica 7 dicembre, quando è stato inaugurato il presepe storico animato. Oltre trenta metri quadri di figure realizzate artigianalmente alla metà del secolo scorso, che hanno ripreso vita come per magia alle 17,30 per la meraviglia di grandi e piccini. Di mille grandi e piccini, per la precisione. Un traguardo storico, ancor più sorprendente se si considera che, per facilitarne la fruibilità, un nucleo del Presepe era stato allestito anche altrove, nel centro dei Borghi, unitamente a un diorama, con il titolo di Natale nel bosco.

“Il merito –precisano dal museo- ovviamente non va solo al presepe, ma anche alle esposizioni permanenti, tra cui la galleria dei cetacei più importante d’Italia, e a quelle temporanee” (attualmente, la mostra Squali, predatori perfetti con oltre trenta riproduzioni di esemplari a grandezza naturale e la mostra fotografica Vulcani: fascino e minaccia, con le immagini scattate da un team di scienziati in occasione di autentiche eruzioni). 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il tracciamento dei contagi aggiornato alle ultime ventiquattro ore e il punto sui ricoveri nelle aree Covid degli ospedali pisani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità