Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Davide Giri ucciso a New York, il dottorando italiano è stato accoltellato

Politica mercoledì 22 aprile 2015 ore 11:30

Nocchi e Nardini incontrano la comunità musulmana

Francesco Nocchi

I candidati al Consiglio regionale hanno parlato della costruzione della moschea a Pisa con il capo spirituale Khalil Mohammed



PISA — I candidati Pd pisani al Consiglio regionale Francesco Nocchi e Alessandra Nardini, con il deputato Pd Khalid Chaouki, hanno incontrato Khalil Mohammed, capo spirituale della comunità musulmana pisana, per parlare della costruzione della moschea a Pisa. 

Nei mesi scorsi, Nocchi ha preso posizione a favore della sua costruzione: "Una moschea a Pisa poi esiste già, ma non è idonea alla richiesta che si presenta oggi, con centinaia di fedeli che hanno bisogno di una sede adeguata e stabile".

"Abbiamo condiviso alcuni aspetti centrali del ruolo di una moschea, come simbolo di dialogo e condivisione, non solo adibito alla preghiera ma anche ad iniziative culturali e di socialità – afferma Nocchi –. Del resto a Pisa questo accade già, grazie a fedeli inseriti in pieno nel tessuto sociale cittadino, anche per mezzo del ruolo di questi nelle associazioni. L'idea di una comunità chiusa in se stessa e votata solo alla preghiera, senza alcun legame con la città, è distorsiva e caricaturale. Se in questi anni i rapporti sono sempre stati caratterizzati da una normale convivenza è proprio perché non è mancata la volontà di sentirsi comunità cittadina oltre che religiosa. Una nuova moschea, che tra l’altro non graverà sulle spese pubbliche perché sarà la comunità islamica stessa a finanziarsi, sarà un dignitoso luogo di preghiera e di partecipazione cittadina. Di sicuro non un pericolo. Non lo sarà a maggior ragione se ben presidiata da fedeli attenti a eventuali infiltrazioni di fanatismo. E a Pisa su questo possiamo contare. Il nostro dovere è contrastare ogni forma di fanatismo, sia quello che usa come bandiera l’islamismo e il cristianesimo, o qualsiasi opposizione all’esercizio della fede che rispetti la legge italiana".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario fotografa la situazione sul fronte epidemico. Ecco la distribuzione delle nuove positività in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità