QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 24°27° 
Domani 24°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 22 agosto 2019

Attualità giovedì 08 agosto 2019 ore 14:33

Arena Garibaldi, firmata la convenzione

Il sindaco Michele Conti e il presidente del Pisa Sporting Club Giuseppe Corrado

Concluso l'accordo tra Comune e Pisa Sporting Club. Lo stadio è affidato alla società sportiva nerazzurra fino al 2025



PISA — Il sindaco Michele Conti e il presidente del Pisa Sporting Club Giuseppe Corrado hanno concluso l’accordo che ha portato alla firma della convenzione che regola i rapporti pregressi fra il Comune di Pisa e la società sportiva nerazzurra alla quale viene affidato lo stadio comunale Arena Garibaldi per il periodo 2019-2025.

Contestualmente alla convenzione è stata definita la transazione di circa 385mila euro, frutto della compensazione fra quanto dovuto al Pisa Calcio a titolo di rimborso per lavori eseguiti sullo stadio e le somme accertate a favore del Comune di Pisa per l’utilizzo dell’Arena Garibaldi per il periodo non coperto da convenzione, oltre al canone di locazione annuale prevista per il primo anno della nuova convenzione.

“Con questa operazione – ha dichiarato il sindaco di Pisa Michele Conti – abbiamo sanato una vicenda annosa, regolando i rapporti con il Pisa Calcio e dotando la società di una convenzione per la gestione dell’Arena che mancava dal 2016. In pochi mesi, rimboccandoci le maniche, abbiamo lavorato per arrivare a questa prima conclusione positiva, continuando parallelamente ad andare avanti nel percorso che porterà all’approvazione della Variante urbanistica propedeutica al nuovo stadio. Per la firma di questa convenzione ci tengo a ringraziare soprattutto la mia Giunta e gli uffici comunali che hanno prodotto gli atti che ci hanno portato qui oggi; li ringrazio perché non era un passaggio così scontato, sia in termini politici che amministrativi: abbiamo approvato una delibera di indirizzo in Giunta esprimendo la volontà di trovare una soluzione definitiva a questa vicenda e, in seguito, il dirigente al patrimonio ha finalizzato l’atto con una determina che precede la convenzione. Sono felice di aver chiuso questa vicenda, di aver incontrato la disponibilità della controparte, dal presidente Corrado ai suoi collaboratori, cosicché il Pisa Sporting Club potrà concentrarsi sull’aspetto sportivo e ad affrontare il campionato di serie B con la piena disponibilità dello stadio che sarà frequentato da tifosi di tutta Italia”.

Il Pisa ed il Comune, si legge nella nota dell'ente, hanno individuato i contenuti dell’ accordo che si è articolato nella stipula di due separati atti. Il primo atto è "Un contratto per l’utilizzo dello Stadio, di durata di sei anni con rinnovo tacito alla scadenza (salvo disdetta di una delle parti) per ulteriori sei anni, al canone annuo di 65.000 euro oltre iva, individuato nella stima tecnica asseverata commissionata a uno studio professionale, con l’esclusione di porzioni delle torri faro per l’installazione di stazioni radio base di telefonia e di percepire i relativi proventi".

Il secondo atto, invece, prevede "Una transazione con la quale viene riconosciuto in favore dell’A.C. Pisa il diritto al rimborso da parte del Comune di quanto corrisposto per gli interventi di adeguamento normativo eseguiti, senza rivalutazione e interessi, e, in favore del Comune, per l’utilizzo dello Stadio da parte dell’A.C. Pisa nel periodo successivo alla scadenza della precedente convenzione, il pagamento dell’importo già fatturato dal Comune medesimo fino al 31 dicembre 2018 e di un importo proporzionale a questo per il periodo successivo, con abbandono di ogni altra reciproca pretesa".

"Come esplicitato dalla delibera di indirizzo assunta dalla Giunta - sottolinea il Comune- l’affidamento diretto dello Stadio alla società sportiva è giustificato dal fatto che l’interesse pubblico è maggiormente soddisfatto se l’impianto è utilizzato dalla squadra che più attira l’attenzione della popolazione locale, con le conseguenti positive ricadute in funzione della promozione delle attività sportive e ricreative che rientrano tra gli interessi pubblici la cui cura compete al Comune".

“Alla luce del lavoro degli uffici e dei pareri richiesti ai professionisti in materia – conclude il sindaco Conti - la transazione relativa ai rapporti pregressi alle condizioni sopra sommariamente indicate è da ritenersi non soltanto legittima, ma conveniente per l’Amministrazione Comunale”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca