QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 8° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 20 gennaio 2020

Attualità lunedì 25 luglio 2016 ore 18:25

Aumentano infermieri e Oss

I numeri forniti dalla Usl nord ovest in risposta ai sindacati evidenziano una situazione dove i numeri sono tutti col segno più



PISA — "Continua ad aumentare il numero dei dipendenti dell’Azienda USL Toscana nord ovest, al contrario di quanto affermato in questi giorni dalla Funzione Pubblica della CGIL"

Comincia così la replica della Azienda Usl Toscana nord ovest alle affermazioni dei sindacati che avevano lamentato carenze nelle asl dei singoli territori. 

"Il saldo al 30 giugno 2016, rispetto al 31 dicembre 2015 è ampiamente positivo in tutti gli ambiti territoriali dell’Azienda, grazie alle assunzioni effettuate in questi 6 mesi e anche grazie all’inserimento di operatori interinali che rappresentano un’anticipazione delle assunzioni ancora da effettuare nella seconda parte dell’anno", dice ancora la Usl Toscana nord ovest.

"Per quanto riguarda infermieri ed operatori socio sanitari, di cui in particolare si lamenta la carenza, i numeri evidenziano un incremento complessivo, in tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest di 88 unità, di cui 48 infermieri e 40 oss, assunti in gran parte a tempo indeterminato.

La tendenza è infatti quella di far diminuire i tempi determinati a favore di assunzioni stabili.

In più sono stati reclutati, sempre per il comparto in ambito sanitario, 96 operatori interinali (+75 rispetto al 31 dicembre 2015), per fronteggiare il periodo estivo nelle more degli ingressi da graduatoria già previsti per i mesi successivi.

L’Azienda ha programmato ed autorizzato tutto il turn-over noto fino a dicembre 2016, con un potenziamento in tutti i settori sanitari, ma dato che non tutte le autorizzazioni si sono potute trasformare in tempi rapidi in assunzioni, ha dovuto far ricorso al personale interinale, che resta in servizio per un numero limitato di mesi, in attesa delle assunzioni a tempo determinato ed indeterminato.

E’ opportuno precisare che alcuni riassestamenti si rendono necessari a causa di assenze improvvise, quindi non programmabili, del personale in turno.

L’Azienda continua quindi ad operare per stabilizzare il personale e per garantire in tutte le ex Aziende una dotazione organica adeguata alle esigenze del territorio".

Nel dettaglio su Pisa tra il 31 dicembre 2015 e il 30 giugno 2016 si segnalano segni più per infermieri, oss e personale interinale, rispettivamente +13, +8 e +13.



Tag

Gregoretti, De Falco: "Differenze con Diciotti all'epoca non c'erano le regionali"

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Politica

Politica