Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Cronaca sabato 19 maggio 2018 ore 08:10

Bimba morta in auto, il dolore di una città

Annullati eventi e manifestazioni, la città si stringe intorno ai genitori della piccola dimenticata in auto e morta in un parcheggio



PISA — Pisa a lutto per la morte della bambina di meno di un anno, dimenticata dal padre nell'auto all'interno del parcheggio dell'azienda dove lavora, a San Piero a Grado.

Una tragedia ( vedi articoli collegati ) che in queste ore è stata in parte ricostruita: a dare l'allarme è stato un dipendente della stessa struttura, che ha visto la bambina in auto. Negli stessi minuti la madre si era recata nell'asilo nido dove la piccola avrebbe dovuto essere stata accompagnata proprio dal babbo al mattino, non trovandola.

Da qui l'allarme e i soccorsi immediati: purtroppo per la bimba non c'era più niente da fare. 

La Procura ha aperto una inchiesta disponendo l'autopsia sul corpicino, mentre, da più parti, si è tornati a chiedere l'installazione in auto di sistemi di sicurezza per avvisare della presenza di bambini.

Intanto Pisa è sconvolta dalla tragedia: il Pd, partito al quale il padre della piccola apparteneva, ha sospeso fino ad oggi le iniziative per la campagna elettorale, mentre il Comune ha annullato la festa per la riapertura delle Mura.

"La città è piegata per la tragedia", ha detto il sindaco Marco Filippeschi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La provincia di Pisa, nelle ultime 24 ore, registra quasi cento nuove positività al coronavirus. Il dettaglio per Comune di residenza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca