Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:23 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 19 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Metsola non strinse la mano a Muscat

Attualità venerdì 05 luglio 2019 ore 08:26

Bonus bebè per le famiglie a basso reddito

Da questo mese è possibile presentare domanda al Comune. Il bonus è per il sostegno alla spese, relativamente ai nati nel 2019



PISA — Al via la presentazione delle domande per il cosiddetto “Bonus bebè” del Comune di Pisa, il buono spesa annuo del valore di 500 euro spendibile nelle Farmacie Comunali, e pensato per sostenere le famiglie nel primo anno di nascita dei figli. Possono richiederlo coloro che sono residenti nel territorio comunale da almeno cinque anni, hanno un Isee pari o inferiore a 17mila euro e sono cittadini italiani, di uno Stato appartenente all’Unione Europea o non comunitari purché in possesso di un permesso di soggiorno Ce di lungo periodo, equivalente a un titolo di soggiorno a tempo indeterminato. A patto, ovviamente, che abbiano avuto almeno un figlio nel 2019.

La modulistica può essere scaricata sia dal sito della Società della Salute della Zona Pisana sia da quello del Comune di Pisa. Le domande, invece, vanno consegnate a mano in busta chiusa con la scritta “Bonus Bebè 2019” all’Ufficio Relazioni con il Pubblico di Palazzo Gambacorti dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17 (eccezion fatta per il mese di agosto quando l’ufficio sarà aperto solo al mattino). Alla domanda debitamente compilata dovranno essere allegati anche l’Isee in corso di validità e la fotocopia del documento d’identità, oltre alla copia del permesso di soggiorno in caso di stranieri non comunitari e della documentazione attestante l’eventuale disabilità.

I beneficiari del contributo, che sarà erogato attingendo a un fondo di 45mila euro, saranno individuati a partire da una graduatoria che terrà conto di residenza continuativa nel territorio comunale, presenza di eventuali membri con disabilità e composizione del nucleo familiare.

Per presentare le domande c’è tempo fino al 31 gennaio 2020. Il contributo sarà erogato successivamente alla pubblicazione della graduatoria definitiva e dovrà essere utilizzato entro il 31 ottobre 2020.

“Come amministrazione comunale – ha ricordato la Presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini, anche Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pisa – abbiamo fatto la scelta di stare dalla parte dei cittadini pisani appartenenti alle fasce più deboli e anche questa misura va chiaramente in questa direzione”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto a Navacchio. Il motociclista, sbalzato dal mezzo, è finito prima contro il guard-rail e poi nella scarpata a bordo strada
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità