Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:PISA20°28°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma: vigilessa in divisa riceve la proposta di matrimonio a Fontana di Trevi, l'applauso dei turisti
Roma: vigilessa in divisa riceve la proposta di matrimonio a Fontana di Trevi, l'applauso dei turisti

Attualità mercoledì 06 luglio 2016 ore 07:30

Celiachia, la sfida parte dalle scuole

Investimenti delle aziende sanitarie per i comuni aderenti. Lo scopo è migliorare l'erogazione di pasti senza glutine nelle mense scolastiche



PISA — Le Aziende sanitarie, attraverso i Dipartimenti di Prevenzione, metteranno infatti a disposizione dei Comuni aderenti risorse complessive per un totale di circa 930.000 euro, per attivare interventi specifici nelle mense scolastiche, indirizzati a: realizzare la separazione spaziale di locali/zone e attrezzature/strumenti; rinnovare o acquisire attrezzature e strumenti ad uso esclusivo (utensili, macchine per il pane, ecc.); acquistare contenitori ad uso esclusivo e correttamente etichettati e contenitori monoporzione; migliorare la corrispondenza del menu offerto ai celiaci al menu comune (integrazione del menu); implementare l’utilizzo di alimenti naturalmente privi di glutine e migliorare le caratteristiche organolettiche del pasto per i soggetti celiaci.

I Dipartimenti di Prevenzione dei vari ambiti territoriali integreranno questi interventi con azioni informative nei confronti dei celiaci, dei loro familiari e degli operatori del servizio di ristorazione, volte a sostenere il cambiamento a favore di una dieta senza glutine, da mantenere nell’ambito di corretti stili di vita; moduli di formazione professionale e di aggiornamento rivolti agli operatori addetti alla preparazione e somministrazione dei pasti.

L’ammontare totale del finanziamento destinato ai Comuni presenti nel territorio della ex Azienda USL 5 di Pisa è pari a 75.272,90 euro. Per accedere al finanziamento i Comuni dovranno inviare una domanda di partecipazione, rispondere ad una indagine conoscitiva sulle attività di preparazione e somministrazione di pasti senza glutine nella ristorazione scolastica e presentare un progetto con l’ipotesi di utilizzo del fondo.

La celiachia è una malattia su base immunitaria che causa un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in molti cereali, fra cui il frumento, base di piatti tipici della cucina mediterranea. In Italia ne è affetta 1 persona su 100 circa, ma sovente la malattia non presenta sintomi tipici, di conseguenza non è diagnosticata.

I celiaci riconosciuti in Toscana, al 31 dicembre 2015, sono oltre 14mila (4.086 maschi e 10.270 femmine).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Code chilometriche questa mattina lungo la strada di grande comunicazione. L'impatto è avvenuto in direzione mare tra un camion e un'auto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Sport