Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:05 METEO:PISA17°26°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 25 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Onorificenza a Liliana Segre, Casellati si commuove: «Lei ha trasformato l'orrore in memoria»

Politica sabato 19 dicembre 2020 ore 11:30

Divise da lavoro, la denuncia degli infermieri

La denuncia del Nursind ripresa dal consigliere regionale Petrucci:"Gli infermieri non si possono presentare in borghese in corsia"



PISA — Non è accettabile venire a sapere che sono rimasti senza divise gli infermieri di malattie infettive e del cardiotoracovascolare, del centro ustioni e dell’edificio 31, e senza pantaloni gli infermieri all’edificio 30 dell'ospedale di Pisa. L’azienda appaltatrice, secondo l’allarme lanciato dal sindacato Nursind, ha sospeso la consegna delle divise nominative che il personale aveva fino a poche settimane fa, gestendo tutto con gli armadi informatizzati ma non riescono a riempirli, quindi quando il collega entra in servizio non trova la divisa. Tali armadi informatizzati vengono riempiti dopo l’inizio del turno di mattina degli infermieri costretti ad entrare in servizio in borghese. 

E comunque la biancheria non è adeguata alle necessità del personale sanitario -denuncia il Consigliere regionale Diego Petrucci (Fdi), membro della Commissione Sanità del Consiglio regionale- La direzione dell’Azienda ospedaliera universitaria pisana deve rivedere l’attuale organizzazione, soprattutto alla luce dell'emergenza pandemica che stiamo vivendo. Le difficoltà vengono registrati in tutti i reparti, anche in quelli Covid”.

Va rivista rapidamente la catena organizzativa. La distribuzione automatica funziona bene in linea teorica perché poi nella pratica si verificano i problemi che il sindacato denuncia. Ormai, nell’Azienda ospedaliera universitaria pisana, si registra una tendenza ad esternalizzare i servizi. Con gli armadi informatizzati il controllo arriva soltanto in presenza di un disservizio, la realtà è che la ditta appaltatrice non consegna biancheria a sufficienza per le esigenze del personale sanitario e, in una crisi pandemica di tale portata, il problema si ingigantisce e diventa grave carenza” commenta Antonella Scocca, vice-responsabile del Dipartimento Sanità di Fdi e coordinatrice infermieristica.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus. I dati aggiornati alle ultime ventiquattro ore dal bollettino regionale. Nessun decesso nel Pisano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità