Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:40 METEO:PISA20°32°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Scontro in diretta tv tra Cecchi Paone e Cremaschi: «Intollerante e fascista»
Scontro in diretta tv tra Cecchi Paone e Cremaschi: «Intollerante e fascista»

Cronaca mercoledì 10 aprile 2024 ore 09:45

Dopanti e lavoro in nero, blitz della Finanza

Una scuderia abusiva dove sono stati ritrovati medicinali stimolanti per cavalli e due allevamenti con 19 lavoratori in nero: fioccano le denunce



PISA — Doppio intervento della Guardia di Finanza di Pisa, che ha messo sotto controllo il settore delle corse ippiche, denunciando il titolare di una scuderia e multando altri due imprenditori.

Innanzitutto, all'interno del Parco di San Rossore, i militari hanno sequestrato un'area di oltre 1.500 metri quadrati dove, secondo i riscontri dei finanzieri, si trova una scuderia che viola le norme edilizie. Per questo, il titolare, un uomo di 60 anni, è stato denunciato, mentre i cavalli sono stati trasferiti per essere accolti in un'altra struttura.

Sul posto, inoltre, i finanzieri, insieme al personale dell'Azienda Usl Toscana nord ovest, hanno rinvenuto anche diversi farmaci dopanti per cavalli, con lo scopo di aumentarne le prestazioni nelle corse ippiche. Tutti i medicinali e i flaconi, oltre 100 dosi per più di 2 litri e mezzo di sostanze, sono stati a loro volta sequestrati, comportando anche un'ulteriore denuncia per maltrattamento di animali e per la somministrazione di farmaci e sostanze al fine di alterare le prestazioni agonistiche.

Nel corso dell’attività, in altre due allevamenti di cavalli, la Finanza ha individuato 19 lavoratori in irregolari, di età compresa tra i 18 e 55 anni, italiani e stranieri. Tra questi, due fantini e due stallieri, all'arrivo dei militari, hanno tentato la fuga, senza però riuscire a evitare l'identificazione: i quattro sono risultati poi privi di permesso di soggiorno.

Ai due datori di lavoro, dunque, è arrivata una vera e propria stangata, mentre sono in corso gli accertamenti per verificare che i lavoratori, nel contempo, non percepissero altre forme di sussidio, come per esempio il Reddito di Cittadinanza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il gruppo de La Città delle Persone rivendica il progetto per il nuovo passaggio: "Ipotesi migliore di una ciclabile tortuosa e costosa"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità