comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 16°22° 
Domani 18°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 05 giugno 2020
corriere tv
Coronavirus, Bersani: «Con centrodestra al governo i cimiteri non sarebbero bastati»

Politica sabato 14 settembre 2019 ore 14:28

E' in arrivo il bonus Tari

Politiche sociali, in arrivo il Bonus Tari. Domande alla Società della Salute nel mese di ottobre. Gambaccini: “Uno stanziamento di 100mila euro"



PISA — Il Comune di Pisa ha istituito, con delibera di Giunta approvata ieri giovedì 12 settembre, l’erogazione di un contributo a rimborso della Tariffa dei Rifiuti TARI, destinato alle famiglie a medio e basso reddito residenti a Pisa. L’agevolazione economica per l’abbattimento della tariffa prevede come requisito imprescindibile essere intestatario dell’utenza Tari riferita all’abitazione di residenza e aver provveduto al pagamento della 1° e 2° rata dell’anno 2019.

“È la prima volta – dichiara l’assessore alle politiche sociali Gianna Gambaccini - che il Comune di Pisa istituisce un contributo integrativo per la Tari rivolto alle fasce deboli e medio-deboli della cittadinanza. Con lo stanziamento di questa importante agevolazione economica, in tutto 100 mila euro recuperati dai fondi che in precedenza erano destinati a progetti di accoglienza dei migranti, l’Amministrazione raggiunge un altro obiettivo fondamentale previsto nel nostro programma di mandato. Come per gli altri contributi economici introdotti, anche con il Bonus Tari viene posto l’accento sulla storicità residenziale, che costituisce sia requisito per accedere al bando, sia criterio di premialità nell’attribuzione del punteggio. Infine, aver stabilito come requisito di partecipazione un tetto di Isee fino a 25mila euro, significa far accedere al contributo non solo le fasce deboli ma anche a quelle più intermedie della popolazione pisana, estendendo l’agevolazione a una fascia più ampia possibile di cittadini”.

Il contributo Tari può essere richiesto esclusivamente per l’abitazione di residenza e si può presentare solo una domanda per ogni nucleo familiare. Per poter accedere all’agevolazione occorre essere residenti nel Comune di Pisa da almeno 5 anni e presentare una dichiarazione Isee inferiore a 25 mila euro.

Nei giorni scorsi un analogo provvedimento era stato preso a Cascina.

"Anche quest’anno la giunta comunale di Cascina ha approvato la delibera che stabilisce i criteri per ottenere un rimborso della Tari fino all’80% della tassa – aveva commentato il sindaco reggente con delega a bilancio e fiscalità Dario Rollo - Lo stanziamento delle risorse sul bilancio comunale andrà a favore dei nuclei familiari cascinesi. Potranno partecipare al bando tutti i residenti nel comune di Cascina da almeno 2 anni e residenti nella regione Toscana da almeno 5 anni ed in possesso dei seguenti requisiti: 1) siano soggetti passivi della Tari secondo quanto previsto dalla vigente normativa fiscale; 2) abbiano un reddito ISEE riferito al nucleo familiare residente non superiore a € 25.000; 3) siano in regola con i versamenti della Tari fino all’anno 2019".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità