QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10°15° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 08 dicembre 2019

Lavoro lunedì 23 giugno 2014 ore 18:05

Atenei d'Italia, Pisa al 24esimo posto. Meglio Firenze

Scivola al 30esimo posto su 61 atenei presi in esame per quanto riguarda la didattica. 22esima per la ricerca, secondo la ricerca del Sole 24 ore



PISA — Quella che fu l’università di Galileo Galilei e più recentemente di Rubbia oggi è solo al 24esimo posto nella classifica generale delle principali 61 università italiane. Almeno secondo Il Sole 24 Ore, che oggi pubblica la classifica. Una classifica che valuta la posizione degli atenei in base a vari parametri dove viene stimato il raggiungimento degli obiettivi in termini di ricerca, capacità didattiche, grado di soddisfazione degli studenti. A formare le varie classifiche concorrono quindi vari parametri nel calcolo della graduatoria finale. L’ateneo pisano alla fine ha totalizzato 56 punti contro gli 84 e i 79 delle prime tre classificate.

In testa alla classifica generale si trovano l’università di Verona e di Trento a pari merito con 84 punti, seguite dal Politecnico di Milano che però è un’università privata, anche scartando il politecnico milanese, al quarto posto si trova l’università di Bologna con 78 punti numeri ben al di sopra dei 56 punti pisani. Una posizione quella di Pisa che colloca l’ateneo pur sempre sopra la metà della classifica anche se forse, visti in campo scientifico gli ottimi risultati raggiunti da alcuni settori forse ci si aspettava qualche cosa di più.

Dietro l’università di Pisa si trovano comunque atenei abbastanza famosi sempre nella classifica generale, come l’Università per stranieri di Siena, e molte delle università del mezzogiorno. Firenze tra le toscane è prima al 17esimo posto con 63 posti.

Sulla classifica relativa alla ricerca Pisa recupera due posizioni e ferma sua discesa al 22esimo posto con 58 punti, mentre sulla didattica mostra le maggiori difficoltà tanto che viene a trovarsi al 30resimo posto a metà della graduatoria con 53 punti. A determinare questo parametro concorrono vari indicatori, ad esempio la capacità dell’ateneo di inserire lo studente in stage formativi in azienda, l’abbandono universitario e altri fattori sui quali Pisa sembra essere più debole che in altri settori. In questa classifica L’università di Trento e il politecnico di Milano sono al vertice con 75 punti.

Insomma una gerarchizzazione numerica degli atenei che vede l’Università di Pisa non più In suprema dignitatis, ma semmai In media dignitatis nel panorama italiano.



Tag

Andrew Basso, l'Houdini di Trento (che ti soffia le monete sotto il naso)

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca