QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 22°25° 
Domani 22°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 17 giugno 2019

Cronaca mercoledì 05 giugno 2019 ore 14:51

Forza la saracinesca incappucciato

La Polizia di Stato di Pisa ha tratto in arresto uno straniero di nazionalità senegalese per il reato di tentato furto aggravato



PISA — Nelle prime ore della mattina la Polizia di Stato di Pisa ha tratto in arresto uno straniero di nazionalità senegalese per il reato di tentato furto aggravato.

Intorno alle ore 06.30, la Sala Operativa della Questura di Pisa è stata allertata da un passante che segnalava "La presenza di un uomo incappucciato che stava tentando con degli arnesi di forzare la saracinesca di una pizzeria situata in via della Tavoleria. Il cittadino forniva un’accurata descrizione dell’autore all’operatore della centrale che, tempestivamente, inviava sul posto le moto-volanti ed una pattuglia della Squadra Volante.

I poliziotti, circondate le vie di fuga dei vicoli intorno alla pizzeria, sono intervenuti, bloccando il cittadino senegalese di fronte alla porta del locale segnalato".

Al momento del fermo dell’uomo, verificata la corrispondenza con il soggetto segnalato, hanno proceduto a perquisirlo.L’uomo è stato trovato in possesso di un piede di porco e di un taglierino. Verificata la saracinesca del locale ,obiettivo del furto, gli agenti hanno riscontrato segni di effrazione compatibili con gli arnesi ritrovati in possesso dell’uomo.

Un altro ragazzo straniero testimone dei fatti, dimostrando prontezza e senso civico, aveva ripreso con il suo telefonino la scena del tentativo di effrazione.

Le indagini hanno permesso di accertare che il cittadino senegalese si era reso anche recentemente responsabile di un furto in altro ristorante della zona in cui è stato fermato e che aveva numerosi precedenti per violazione della normativa inerente gli stupefacenti e per ricettazione.

Il cittadino senegalese, regolarmente presente in Italia ma senza fissa dimora, è stato tratto in arresto e giudicato nella stessa mattinata con rito direttissimo, al termine del quale il Gip ha convalidato l’arresto e ha disposto per l’arrestato la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Pisa.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità