Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 02 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il portuale di Trieste no vax che protestava contro il Green pass, ora è intubato: «Ho i polmoni distrutti, sono pentito»

Attualità lunedì 16 agosto 2021 ore 15:00

In Santa Caterina si ricorda don Guido Corallini

Don Guido Corallini

Una messa in suffragio a cinque anni dalla scomparsa dell'amato parroco. Appuntamento alle 19 di domani, martedì 17 Agosto



PISA — Cinque anni senza don Guido Corallini, il sacerdote simbolo della parrocchia di Santa Caterina morto a 97 anni il 17 Agosto 2016. In occasione di questa ricorrenza, domani alle 19, nella chiesa di Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto sarà celebrata una messa di ringraziamento e di suffragio per monsignor Corallini.

Sebbene siano già passati cinque anni dalla morte di don Guido, la parrocchia di Santa Caterina, guidata da monsignor Francesco Bachi, serba intatta la memoria del sacerdote che ha segnato la storia della parrocchia e della Diocesi e la vita di molte generazioni e famiglie di pisani.

Nel 2019, in occasione dei 100 anni che don Corallini avrebbe compiuto il 20 Maggio, per iniziativa dei “vecchi-giovani”, con lui amava chiamare il gruppo di fedeli attivi che aveva cresciuto, era stata organizzata una Mostra fotografica in suo onore.

“Don Guido – ricorda monsignor Bachi, che è anche direttore del Seminario Interdiocesano - è stato un uomo da ricordare per la sua lunga vita, ricca di opere e di giorni spesi per gli altri nel ministero sacerdotale, che ha svolto fedelmente per più di 72 anni, nel lavoro nobile e paziente di insegnante ed educatore, compiuto con l’intelligenza e con il cuore, nell’impegno civile per la sua Pisa, che ha sempre amato e di cui ha curato gelosamente tante memorie, anche con seri lavori di ricerca”. “Una vita – prosegue monsignor Francesco Bachi – legata per Provvidenza a quella della chiesa di Santa Caterina, intesa come edificio, che ha valorizzato in un incessante operazione di recupero dei beni storici e artistici, e intesa come vita della Comunità parrocchiale cui si è dato fino alla fine”. “Un uomo – ricorda infine il sacerdote – che ha cercato, atteso, incoraggiato, richiamato con fermezza e perdonato la porzione di popolo di Dio che la Chiesa aveva affidato alla sua premura di pastore. Un uomo che ha amato, studiato, curato ‘ogni singola pietra’ della nostra bella chiesa; un uomo che, appassionato della Storia di ogni uomo, ha mantenuto umiltà e fedeltà, sempre nel profondo rispetto dell’altro”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il tracciamento dei contagi aggiornato alle ultime ventiquattro ore e il punto sui ricoveri nelle aree Covid degli ospedali pisani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica