Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:34 METEO:PISA18°27°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 18 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, bimbo caduto dal balcone: fiori sul marciapiede della caduta

Attualità domenica 06 dicembre 2020 ore 08:48

I comitati cittadini incontrano il questore

Incontro col nuovo questore Bonaccorso del coordinamento dei comitati cittadini. Ribadita la necessità di collaborazione e sinergia



PISA — “Ascoltare la gente, i cittadini e la percezione della sicurezza delle persone, è fondamentale per la prevenzione dei reati sui territori”. La dichiarazione del nuovo questore di Pisa, Gaetano Bonaccorso, ha trovato una pronta risposta nel coordinamento dei comitati cittadini di Pisa, che ha chiesto di incontrarlo.

Il questore ha convocato, con modalità a distanza, una riunione nella quale i comitati hanno presentato le loro linee di attività e di proposte nel territorio di una città, come quella di Pisa, "Complessa e difficile, con varie problematiche di ordine e sicurezza pubblica."

Erano presenti il presidente del coordinamento Francesco Pozzi (Comitato Santa Maria), Anthony Mancini (Mezzogiorno), Guido Nassi (La Cittadella), Elisa Santucci (Muretto/Porta a mare), Niko Pasculli (Porta Fiorentina) e Elisa Rotiroti (Oratoio-Riglione). A questi sei Comitati si aggiunge anche quello del Quartiere I Passi. Per la Questura, oltre a Bonaccorso, hanno partecipato i rappresentanti dell’Upgps.

I comitati cittadini si sono detti pronti a collaborare con il questore e con le Forze dell’Ordine, con lo stesso impegno positivo, già riconosciuto dal prefetto di Pisa, che ha inserito il coordinamento nel tavolo di osservazione per la sicurezza, al quale i comitati già partecipano con contributi propositivi e concreti.

"Il questore ha confermato la validità di questa forma di partecipazione attiva dei cittadini, da lui apprezzata in precedenti esperienze, e ha sostenuto che non mancheranno momenti di confronto e di condivisione, anche attraverso nuove forme di comunicazione e di segnalazione", è stato spiegato e "Ha ribadito anche la necessità che la fase repressiva sia accompagnata sempre da interventi di prevenzione delle forme di illegalità in collaborazione con istituzioni e cittadini".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si tratta di un sito studiato da decenni, la Grotta del Leone, dove da pochi giorni è iniziata la sesta compagna di scavi archeologici
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca