QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 23°27° 
Domani 21°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 17 settembre 2019

Attualità lunedì 02 febbraio 2015 ore 18:50

Pisa Jazz, secondo tempo: 13 concerti in tre mesi

Da sinistra: Silvia Bolognesi, Antonio Cattano, Francesco Mariotti e Dario Danti

Da Febbraio a Maggio un cartellone di eventi dedicati alla musica. Un progetto voluto dall'amministrazione con lo scopo di promuovere l'arte del jazz



PISA — Jazz Wide,  la rassegna di musica jazz organizzata da Ex Wide con il contributo della Fondazione Pisa e il sostegno del Comune, quest’anno, arriva alla sua quinta edizione. 

L'iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto Pisa Jazz, un protocollo d’intesa stilato con il Comune di Pisa per la promozione della musica jazz ed è stata presentata oggi in Comune dall'assessore alla cultura Dario Danti, dal direttore artistico dell'evento Francesco Mariotti e dai musicisti della Wide orchestra Antonio Cattano e Silvia Bolognesi.  

Questa collaborazione ha consentito la realizzazione, nei soli mesi di Novembre e Dicembre, di ben undici appuntamenti, tra concerti e incontri divulgativi. Grandi nomi del jazz italiano e internazionale si sono alternati sui palchi dell’Ex Wide Club, del Lumiere e del Teatro Sant’Andrea, culminando lo scorso 7 Dicembre con un tutto esaurito per il James Taylor Quartet.

Ma è con l’arrivo del nuovo anno, e con il secondo tempo di Jazz Wide 2014/15, che Pisa Jazz entrerà nel vivo della sua proposta artistica. Ancora tredici appuntamenti, da Febbraio a Maggio, con grandi nomi Ma è con l’arrivo del nuovo anno, e con il secondo tempo di Jazz Wide 2014/15, che Pisa Jazz entrerà nel vivo della sua proposta artistica. Ancora tredici appuntamenti, da Febbraio a Maggio, con grandi nomi comeLionel Loueke e Roberto Cecchetto (8 Febbraio), Miguel Zenon (22 Febbraio), Fabrizio Bosso e Roberto Taufic (8 Marzo), la Cosmic Renaissance di Gianluca Petrella (26 Marzo) e Enrico Rava (7 Maggio).

La principale novità del 2015 sarà che il consueto concerto “big” della rassegna si svolgerà al Teatro Verdi: sulpalco il duo di Stefano Bollani e Antonello Salis, che andrà in scena il 15 Aprile.

“Sul nostro territorio c’è una lunga tradizione e vocazione alla promozione della musica jazz -commenta l'assessore Dario Danti- che va dalla Rassegna Internazionale del Jazz di Pisa del 1976 alle manifestazioni odierne di Jazz Wide. Riportare il grande Jazz nella principale istituzione culturale cittadina, il Teatro Verdi, farlo attraverso la collaborazione con le energie sane dell’associazionismo cittadino e ospitando due grandi nomi come Bollani e Salis, è un importante traguardo di cui sono davvero molto contento”.

"Per questo -prosegue- abbiamo pensato a questo protocollo, che è stato firmato lo scorso 29 Luglio: non valorizzare una risorsa così importante come la musica e gli artisti presenti sul nostro territorio, sarebbe comportamento da miopi. Per gli step successivi -conclude Danti- non escludiamo di intraprendere percorsi didattici e culturali".

Gli altri concerti si svolgeranno principalmente al Teatro Sant’Andrea di Pisa, e all’Ex Wide Club. Ampio spazio sarà dato ai giovani e ai progetti innovativi. E' il caso della Wide Orchestra (12 Febbraio) un ensemble di jazz contemporaneo che mescola scrittura, improvvisazione e conduction alla Butch Morris, e che riunisce alcuni dei migliori giovani talenti della costa tirrenica. Sempre in tema di promozione di progetti innovativi e sperimentazione, il 22 Marzo sarà il Fonterossa Day, una giornata dedicata all’etichetta indipendente Fonterossa di Silvia Bolognesi, con incontri e concerti che si svolgeranno dal pomeriggio alla sera e che coinvolgeranno molti dei progetti editi da Fonterossa (Ju-Ju Sounds, Almond Tree, Marco Colonna, Tony Cattano Ottetto).

Al club di via Franceschi si esibiranno inoltre i Polo di Paolo Porta, Valerio De Paola, Andrea Lombardini e Michele Salgarello (27 Febbraio), il quintetto Steveland di Claudia Tellini (27 Marzo), Barbara Casini col suo nuovo progetto Uma Mulher (10 Aprile) e il gruppo Astral Travel di Tommaso Cappellato, con il nuovo progetto dedicato allo spiritual jazz (24 Aprile).

La rassegna chiuderà il 07 Maggio alla Città del Teatro di Cascina con un doppio appuntamento: la mattina i musicisti del progetto Living Coltrane (Stefano Cocco Cantini, Piero Borri, Francesco Maccianti e Ares Tavolazzi) suoneranno per gli alunni delle scuole in una lezione concerto, mentre la sera si esibiranno con la trombettista Enrica Rava.

"L'obiettivo -conclude il direttore artistico Francesco Mariotti- è quello di far emergere ciò che il territorio offre sul piano della musica jazz, promuovendo anche attività divulgative e di dibattito. Con un totale di 24 appuntamenti, questo cartellone è il più ricco che Jazz Wide abbia mai presentato. Un traguardo importante che ci ha aperto le porte del teatro Verdi".



Tag

Scissione PD, Salvini: "Storia annunciata, pensarci prima?"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità