comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:33 METEO:PISA14°19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 25 ottobre 2020
corriere tv
Speranza e il suo libro: «In questo momento non posso impegnare il mio tempo per le presentazioni»

Lavoro domenica 29 marzo 2020 ore 16:49

"La nautica non rientra nelle attività essenziali"

Emergenza Coronavirus, il segretario Fiom Braccini: "Le aziende non essenziali si devono fermare subito. Chiediamo controlli a Pisa"



PISA — Il segretario di Fiom Massimo Braccini è intervenuto per segnalare che alcune aziende nautiche pisane sarebbero aperte, in piena emergenza Coronavirus.

"Le aziende non essenziali si devono fermare subito. La nautica non rientra nelle attività essenziali. Ci giungono segnalazioni - ha spiegato Braccini - di aziende aperte che non rientrano nelle attività essenziali in tante province. A Navicelli a Pisa chiediamo alle autorità di verificare i motivi per cui un cantiere Nautico risulta aperto, dato che sicuramente non rientra nelle attività essenziali".

"Non ci stiamo a deroghe, furberie o imbrogli. Le eventuali richieste ai Prefetti di prosecuzione delle attività che non rientrano nei beni essenziali, permettono magari di riprendere l’attività e tirare un po’ avanti, ma questo sarebbe assolutamente inaccettabile e denoterebbe un comportamento imprenditoriale grave ed irresponsabile. Diffidiamo le aziende a richiamare al lavoro i dipendenti o, come nel caso della nautica, le varie ditte in appalto. Qualora si verificassero casi di contagio o episodi che mettano a repentaglio la salute e la sicurezza dei lavoratori e delle loro famiglie, adotteremo tutte le iniziative sindacali e legali a tutela dei lavoratori.Le imprese si devono assumere la piena responsabilità delle loro azioni, ben sapendo che, non evitare che accada ciò che si ha la possibilità di evitare (perché si dovrebbe essere chiusi) significa provocare consapevolmente un incidente ed un danno, poiché di fatto viene messa in discussione l’incolumità e la vita stessa dei lavoratori" ha concluso Braccini.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca