Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:19 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 20 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella allontana ancora la sua rielezione: «Csm presto presieduto dal nuovo capo di Stato»

Politica lunedì 07 giugno 2021 ore 16:40

"La nuova pista a Peretola non è sostenibilità"

Irene Galletti (M5s)

Le consigliere regionali del M5s, Galletti e Noferi, chiedono che la Regione risponda sulle linee guida per gli investimenti di Toscana Aeroporti



PISA — Il fatto che Toscana Aeroporti abbia riproposto il progetto della nuova pista per lo scalo di Perotola - è inserito nelle linee guida per gli investimenti infrastrutturali entro il 2035 presentate oggi - non piace al Movimento 5 Stelle toscano. “È inconcepibile che un’opera la cui compatibilità ambientale era stata subordinata a una serie di prescrizioni sproporzionate non sia stata ancora definitivamente messa in soffitta - commentano la capogruppo M5s in Regione Irene Galletti e la consigliera Silvia Noferi - , anzi che sia ora ripresentata con delle pennellate di ecologia, come se bastassero quelle a cancellare un impatto colossale sulla Piana fiorentina".

“La società di gestione degli scali toscani - proseguono Galletti e Noferi nella nota - ha presentato questa mattina a Firenze la bozza preliminare del nuovo piano infrastrutturale per gli aeroporti della nostra regione: 460 milioni di euro, di cui 380 per Firenze e la rimanente parte a Pisa. Disparità che già in qualche modo sottolinea la valenza strategica dell’intervento, che probabilmente impegnerà gran parte dei soldi per la realizzazione della pista aggiuntiva. Toscana Aeroporti conta di prendere il 50% dei soldi da finanziamenti pubblici, includendo nel progetto opere legate alla transizione ecologia: impianti di micro-eolico e fotovoltaico a sostegno di veicoli a mobilità elettrica per gli spostamenti dei terminal e altre opere legate al condizionamento, alla raccolta di acque piovane ed altre opere di efficientamento energetico". 

"E la politica toscana di governo esulta - proseguono le esponenti del M5s - senza voler ammettere che l’impatto ambientale di un aeroporto è legato soprattutto all’inquinamento prodotto dagli aerei e alle opere che squasseranno il territorio con interventi profondamente impattanti. Le micro-opere di cui sopra, seppur utili e necessarie, sono una goccia nel mare. Pazienza se l’intenzione è quella di realizzare una nuova pista in una delle piane più inquinate d’Europa (sic!) e per farla si intendono utilizzare i soldi della transizione ecologica".

In conclusione l’attacco alla maggioranza di Galletti e Noferi. “Speriamo soltanto che le grida di entusiasmo che si sollevano dalle fila del Partito Democratico in queste ore non silenzino la richiesta di aiuto dei tanti lavoratori dell’handling toscano, che stanno ancora aspettando di capire quale sarà il loro destino nel processo di cessione dei servizi di Toscana Aeroporti Handling a Consulta. Per quanto ci riguarda abbiamo già predisposto un’interrogazione urgente per la Giunta: vogliamo che i toscani vengano informati quanto prima su tutti i dettagli del nuovo piano infrastrutturale previsto da Toscana Aeroporti, per trasparenza e per far valere il concetto che il Consiglio regionale non è un organo vestigiale della democrazia, ma assolve ancora ad un compito sovrano decisionale".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati dal bollettino regionale fanno salire a 71286 le positività registrate da inizio epidemia in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità