Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:PISA18°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 13 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La legale di Alessia Pifferi: «No, non ha ancora capito cosa ha fatto»

Attualità giovedì 26 maggio 2016 ore 06:30

L'antiproibizionismo che fa scandalo

Il gruppo consiliare Una città in Comune punta il dito contro chi vorrebbe vietare Canapisa: "Non si può negare il diritto a manifestare"



PISA — "Nel 1995 Marco Pannella infranse il conformismo della società italiana regalando in diretta Tv un panetto di hashish alla conduttrice di una nota trasmissione. Sono passati più di 20 anni, ma l’antiproibizionismo rimane ancora un tabù". Lo scrivono in una nota gli esponenti del gruppo consiliare Una città in Comune, in risposta alla contrarietà espressa da più correnti politiche, nei confronti della manifestazione antiproibizionista Canapisa, la più partecipata in Italia, che ogni anno porta in città oltre 3mila persone.

"Ancora oggi -prosegue la nota- non si riesce a discutere serenamente degli enormi danni sociali, economici e culturali causati da un atteggiamento repressivo e vessatorio nei confronti dell'uso delle droghe. Il caso Canapisa è un esempio lampante".

Per Una città in comune, non autorizzare Canapisa significherebbe "negare il diritto costituzionale a manifestare"

"L’isteria repressiva dimostrata da Marco Filippeschi nei confronti di Canapisa -proseguono gli esponenti dell'opposizione- è preoccupante: di fronte a una grande street parade pacifica e colorata, che da 16 anni si svolge senza problemi nella nostra città, la risposta non è quella di cogliere l’occasione per aprire un dibattito sull’antiproibizionismo, ma è al contrario di strillare contro lo scandalo".

"Mentre tutti i giorni insensate e inutili politiche proibizioniste spingono lo spaccio nei canali incontrollati della piccola criminalità, arricchendo le mafie e producendo devastazione sociale, il problema diventano le migliaia di ragazze e ragazzi che sabato 28 maggio manifesteranno gioiosamente contro il proibizionismo. Consigliamo a Filippeschi -conclude la nota- di rilassarsi e di sfruttare la giornata di Canapisa come opportunità per riflettere davvero sulla questione"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I due pazienti, entrambi residenti in provincia di Pisa, sono in isolamento domiciliare. Contatti sotto sorveglianza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità