Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Cronaca giovedì 20 settembre 2018 ore 16:05

Le scuse dell'Università per le leggi razziali

Un momento dell'intervento del rettore Mancarella ( foto facebook Università di Pisa )

A distanza di ottanta anni dalla promulgazione delle leggi razziali, il mondo accademico ha ricordato e chiesto scusa per quanto avvenne



PISA — Una cerimonia toccante alla Sapienza, per ricordare quanto avvenne nel settembre 1938, quando, proprio a Pisa, nella tenuta di San Rossore, il Re Vittorio Emanuele III emanò il provvedimento "Per la difesa della razza nella scuola fascista".

Oggi, proprio da Pisa, i rettori di tutti gli atenei italiani, si sono ritrovati per chiedere scusa per l'avvallo dato ottanta anni fa alle leggi razziali, "Accolte nel silenzio complice quando non sostenute a spada tratta dal mondo accademico" e fare ammenda "Per gli atti che, a partire dalla plebiscitaria decisione al giuramento di fedeltà fascista del 1931 videro l'Università complice verso le scelte del regime".

La cerimonia ha avuto luogo nel restaurato palazzo della Sapienza, da poco riaperto anche alle lezioni e alla giornata, hanno partecipato, oltre ai vertici delle istituzioni accademiche italiane, capeggiati dal rettore dell'Università di Pisa Paolo Mancarella, numerose autorità e la presidente dell'Unione delle comunità ebraiche italiane Noemi Di Segni.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La provincia di Pisa, nelle ultime 24 ore, registra quasi cento nuove positività al coronavirus. Il dettaglio per Comune di residenza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca