Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 20 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, come si elegge il presidente della Repubblica: tutto quello che c'è da sapere

Politica lunedì 15 marzo 2021 ore 14:30

"Non si può morire di solitudine"

Dopo il ritrovamento di due persone morte nei rispetti alloggi al Cep, Diritti in Comune chiede il potenziamento dei servizi sociali



PISA — "Due persone a distanza di pochi giorni l’una dall’altra sono state trovate, purtroppo, decedute nei loro rispettivi alloggi al Cep. Questo ha creato molto sgomento tra gli abitanti e riteniamo che questi tragici eventi debbano suscitare una riflessione e non cadere nell’oblio con la giustificazione della fatalità" scrivono dal gruppo di minoranza di Diritti in Comune, rappresentato in consiglio da Francesco Auletta.

"Nonostante lo spiccato senso civico dei vicini e il fatto che la Polizia Municipale sia prontamente intervenuta con il prezioso ausilio dei Vigili del fuoco, ormai era troppo tardi. La pandemia ha accentuato la solitudine delle persone, complice la chiusura di luoghi di incontro e l’assenza di reti di supporto come i circoli, le parrocchie, i centri sociali, le ex circoscrizioni. L’attuale situazione sanitaria non deve annientare la necessaria azione di prossimità che i servizi devono mantenere, specie per coloro che hanno una rete familiare e amicale scarsa o nulla".

"Proprio in questo momento - concludono da Diritti in Comune - sarebbe forse necessario pensare a forme di “contatto” attivo sul territorio sotto la regia dei servizi sociali, attivando una rete di prossimità attorno alle persone più fragili sia dal punto di vista sociale che di salute, anche attraverso il coinvolgimento del terzo settore: fragilità che si declina non solo in bisogno sanitario ma anche di natura sociale. Spesso parliamo di persone già note, come in almeno uno dei casi, ai servizi per cui è ancora più importante che questi siano potenziati in termini di risorse e personale per dare la risposta più efficace, capillare, e continua in una fase di grandissima emergenza come è quella che stiamo vivendo".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati dal bollettino regionale fanno salire a 71286 le positività registrate da inizio epidemia in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità