Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 16 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, la movida di piazza Euclide: centinaia di ragazzini senza mascherina

Attualità sabato 13 marzo 2021 ore 16:26

Piazza del Duomo ha il Piano di gestione Unesco

Piazza del Duomo di Pisa

"Risultato storico" ha commentato il sindaco, sottolineando il lavoro di squadra fatto per la tutela di Piazza dei Miracoli e dei suoi monumenti



PISA — E’ stato approvato ieri il Piano di gestione per la Piazza del Duomo di Pisa (detta anche Piazza dei Miracoli, comprendendo Cattedrale, Battistero, Camposanto e Campanile pendente) che fu inserita dall’Unesco nel 1987, tra le prime in Italia, nell’elenco dei luoghi considerati patrimonio dell’umanità. "Per la pianificazione, la gestione e il monitoraggio di ogni sito, l’Unesco richiede che venga redatto un Piano di gestione - hanno spiegato dal Comune -, per la cui attuazione si impegnano le organizzazioni che lo hanno redatto. Il rispetto del Piano di gestione è condizione necessaria per il mantenimento del sito nell’elenco del Patrimonio dell’Umanità".

Il sindaco Michele Conti si è detto soddisfatto del risultato raggiunto. "Dotarsi per la prima volta di un piano di gestione per la valorizzazione e la conservazione del patrimonio più prezioso della città è un risultato storico per Pisa - queste le parole del primo cittadino -. L’iscrizione di un sito nella lista dei beni patrimonio dell’umanità dell’Unesco comporta non soltanto il riconoscimento del suo valore universale ma, soprattutto, una forte assunzione di responsabilità nel proteggerlo. Per questo è molto importante e significativo della volontà dell’Amministrazione Comunale, referente del progetto, che finalmente anche il sito di Piazza del Duomo abbia avuto l’approvazione del Piano di gestione. Ringrazio tutti i soggetti coinvolti per il grande lavoro di squadra svolto. Un ringraziamento particolare all’assessore Dringoli e tutti gli uffici comunali che hanno lavorato al raggiungimento dell’obiettivo"

Gli enti coinvolti sono: l’Ufficio Unesco del Ministero dei Beni Culturali, il Segretariato regionale del Ministero dei Beni culturali della Toscana, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Pisa e Livorno, l’Opera Primaziale, la Regione Toscana, la Provincia di Pisa, il raggruppamento di imprese e professionisti guidato da Pts Class.

Obiettivo primario del Piano di gestione è quello di assicurare un’efficace protezione del bene, per garantirne la trasmissione alle future generazioni. Per questo motivo il Piano di gestione deve tener conto delle differenze tipologiche, delle caratteristiche e delle necessità del sito, nonché del contesto culturale e naturale in cui si colloca. Può inoltre recepire i sistemi di pianificazione già esistenti e altre modalità tradizionali di organizzazione e gestione del territorio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati contenuti nel report regionale portano ad oltre 66mila le positività accertate in provincia da inizio epidemia. Altre 4 vittime
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Cronaca