Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:PISA22°34°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 10 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni si rivolge alla stampa estera in tre lingue: «No a svolta autoritaria, noi siamo democratici»

Attualità mercoledì 10 novembre 2021 ore 12:45

"Ditemi voi se questi sono numeri da Bronx"

Maria Luisa D'Alessandro, Prefetto di Pisa

Il nuovo Prefetto di Pisa, Maria Luisa D'Alessandro, numeri alla mano invita ad affrontare il fenomeno malamovida con oggettività



PISA — Maria Luisa D'Alessandro ha sei figli e la passione per la fotografia, preferisce essere chiamata Prefetto e non Prefetta, da pochi giorni si è insediata nel palazzo del governo di Pisa e questa mattina si è presentata ai giornalisti numeri alla mano. Nello specifico, le chiamate e le denunce effettuate alle forze dell'ordine negli ultimi due fine settimana nel Comune capoluogo. Polizia Municipale esclusa, perché i dati richiesti non le sono stati trasmessi.

In tutto tre denunciati per ubriachezza molesta, alcuni studenti vittime di una rapina, la nota colluttazione avvenuta in un locale del litorale che ha visto vittima un poliziotto non in servizio, altri studenti aggrediti ai Bagni di Nerone, più alcune segnalazioni di episodi violenti - in piazza Sant'Omobono e in via di Pratale - di cui le forze dell'ordine non hanno avuto riscontri, né sul posto né con la videosorveglianza. 

"Ditemi voi se questi sono gli episodi e i reati che possono dipingere Pisa come un Bronx" ha commentato, ritenendo indispensabile affrontare il problema sicurezza con oggettività, soprattutto nel suo lavoro, e invitando tutti a fare altrettanto.

"La sicurezza è un discorso complicato - ha quindi argomentato D'Alessandro - e per prima cosa bisogna pesare il fenomeno: capire cosa è successo, sapere quali sono le forze in campo e poi valutare, per capire dove è possibile migliorare. Laddove ci sono situazioni gravi o gravissime dobbiamo essere intransigenti, altre cose sono da ritenersi fisiologiche, in particolare in una città come Pisa con migliaia di studenti".

Altro tema affrontato è stato quello della droga. "Com'è noto - ha detto in proposito - lo spaccio è reato e il consumo di droga no, non è dunque facile contrastare il fenomeno. Ma è possibile lavorare per capire come e dove è necessario intervenire".

Pragmatismo, dunque, ma anche "stretta collaborazione con i sindaci", questo quello che guiderà D'Alessandro nel suo lavoro come Prefetto di Pisa. Della sua precedente esperienza come Prefetto di Sassari ha raccontato di aver scoperto, grazie all'emergenza della pandemia, "la forza della rete fra istituzioni".

Altri temi trattati le visite in provincia - "Con i tempi necessari, incontrerò tutti i sindaci" - e il rischio di infiltrazioni mafiose in relazione ai fondi che potranno arrivare con dal Pnrr. "L'attenzione del Ministero è da tempo massima" ha assicurato in proposito il Prefetto. Ma il discorso è presto ricascato sulla sicurezza a Pisa.

L'invito che D'Alessandro intende rivolgere ai cittadini è quello di segnalare alle forze dell'ordine qualsiasi situazione di criticità. "Le forze dell'ordine devono fare la loro parte - ha detto - e allo stesso tempo ogni cittadino dovrebbe sentirsi parte di una comunità e avere a cuore i beni pubblici. In più, non dovrebbe mancare in ognuno l'autoprotezione e il principio di prudenza".

"E che dice delle bottiglie rotte in centro durante la notte?" le è stato domandato ancora. "Anche qui è da capire quante sono, dieci, cento o mille, per definire il problema" ha risposto e promesso: "Non mancherò di uscire la sera per capire che problemi ci sono e documenterò tutto con la mia macchina fotografica, perché documentare è importante".

Venerdì è in programma una prima riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, al termine del quale Maria Luisa D'Alessandro, nuovo Prefetto di Pisa, potrà disporre i suoi primi provvedimenti. Nel frattempo, il Comando provinciale di carabinieri ha fatto sapere di aver chiesto e ottenuto un rinforzo temporaneo di cinque uomini e due mezzi veloci dal Battaglione Toscana.


Guido Bini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, martedì 9 Agosto, riportati oltre 15mila tamponi effettuati in Toscana. Aumento dei nuovi contagiati in Provincia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Spettacoli