comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 20°29° 
Domani 20°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 19 settembre 2020
corriere tv
M5S, il ritorno di Di Battista: «Votare turandosi il naso? La cabina elettorale non è un cesso pubblico»

Cronaca sabato 05 maggio 2018 ore 12:04

L'ultima rapina a una minorenne allo Scotto

Arrestato un diciassettenne, individuato dalla polizia dopo che si era fatto consegnare dei soldi da una quattordicenne al giardino Scotto



PISA — Ieri pomeriggio la polizia ha individuato e fermato un ragazzo serbo di diciassette anni in possesso di carta di soggiorno a tempo indeterminato che, pochi minuti prima, si era reso responsabile di una rapina nei confronti di una ragazza di 14 anni che, insieme ad alcuni amici, era intenta a trascorrere un piacevole pomeriggio su una panchina del Giardino Scotto.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti, la vittima è stata avvicinata dall'aggressore che, inizialmente con fare amichevole, le ha chiesto la cortesia di utilizzare il suo cellulare per fare una telefonata alla mamma che lo stava attendendo al parcheggio del Lungarno Guadalongo. La giovane, ignara degli intenti malevoli della richiesta, gli ha prestato il telefonino. Il giovane, simulando una conversazione telefonica con la madre, ha iniziato a muoversi verso l’uscita del giardino, facendo così allontanare la proprietaria del cellulare dal gruppo di amici.

Giunti all’esterno del giardino, è scattata la trappola: il malvivente ha estratto un coltello dalla tasca e lo mostrato alla giovane con fare minaccioso chiedendo alla ragazza il denaro di cui fosse in possesso in cambio della restituzione del telefonino. La giovane, spaventata ma lucida, gli ha consegnato il denaro che aveva con sé: 15 euro in due banconote. La scena, nel frattempo, aveva attirato l’attenzione anche di altri giovani passanti che, capita la situazione si stavano dirigendo verso la ragazza in difficoltà.

Il malvivente a quel punto, avvertito il pericolo, si è dato alla fuga in direzione di piazza Guerrazzi. Un ragazzo, anche lui minorenne, tra i passanti, che aveva assistito alla scena, ha immediatamente contattato il 113 fornendo un’accurata descrizione del rapinatore, un ragazzo giovane vestito con una felpa rossa sgargiante, un cappellino rosso e nero.

Immediatamente, le pattuglie della Squadra Volante, coordinate dal Commissario Capo Fabrizio Valerio Nocita, si sono messe alla ricerca del malvivente sul territorio, intercettandolo, dopo appena mezz’ora, in piazzetta Vallerini, dove si trovava insieme ad altri coetanei con ancora indosso gli abiti usati per compiere la rapina. A seguito di perquisizione, all’interno del portafoglio sono stati trovati i 15 euro provento del reato appena commesso.

Il giovane è stato fermato e negli uffici della Questura, gli investigatori della Squadra Volante hanno appurato che, a discapito della giovane età, il minore era titolare di un curriculum criminale di spessore. Infatti il ragazzo era stato già denunciato per altre 4 rapine tutte perpetrate con lo stesso modus operandi: avvicinamento alla vittima con la scusa di poter utilizzare il telefonino, impossessamento del bene, violenza e minaccia sulla vittima per impossessarsi dell’apparecchio oppure richiesta del denaro in cambio.

A seguito del foto-segnalamento e di individuazione fotografica, il giovane è stato riconosciuto da tutti i testimoni che hanno assistito alla scena. A seguito del fermo il minore è stato affidato alla famiglia in attesa del giudizio.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità