Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:21 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 24 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, la scheda chiusa in un sacchetto: ecco come votano i parlamentari che hanno il Covid

Attualità domenica 08 novembre 2015 ore 12:00

"I cittadini hanno paura"

Paola Balestri, segretaria del Circolo Pd di Putignano-Ospedaletto-Coltano-Sant'Ermete chiede un incontro pubblico con sindaco, prefetto e questore



PISA — "Mentre il Sindaco e il Prefetto discutono sulla stampa sulle soluzione da adottare e il Governo tace sul tema della sicurezza, i cittadini chiedono risposte concrete. Per questo chiedo pubblicamente la disponibilità al Prefetto, al Questore e al Sindaco di venire a confrontarsi con i cittadini nel Consiglio Territoriale di Partecipazione 3.  A chiederlo è Paola Balestri, segretaria del Circolo PD di Putignano - Ospedaletto - Coltano - Sant'Ermete.

Ecco quanto scrive la segretaria in una nota:

"Il Circolo del Partito Democratico di Putignano – S.Ermete - Ospedaletto – Coltano esprime molta preoccupazione per i fatti che si stanno verificando nei quartieri e in città sul versante della sicurezza, i cittadini hanno paura e si sentono lasciati soli dallo Stato; se poi la politica e chi ha la responsabilità dell’ordine e della sicurezza non fa squadra per mettere in campo soluzione condivise la situazione si complica notevolmente.

Nel ricordare e rimarcare la soddisfazione per il nuovo Patto per Pisa Sicura che era stato firmato lunedì 13 aprile 2015 alla presenza del Sottosegretario agli Interni Domenico Manzione, dal prefetto Attilio Visconti, del sindaco di Pisa e Presidente della Provincia Marco Filippeschi e dei massimi rappresentanti delle forze dell'ordine, del Tribunale, dell'Università e della Normale, delle associazioni dei commercianti, nel quale si dava finalmente atto che Pisa è una città speciale, con tutte le caratteristiche di città Metropolitana e per questo necessita di una particolare attenzione sul versante della sicurezza, un passo fondamentale per evidenziare la necessità di potenziare gli organici delle forze dell’ordine per la prevenzione e il controllo sul territorio .

E’ allarmante sottolineare come Pisa sia lasciata nuovamente sola dal Governo sul tema della sicurezza, anche dopo numerose richieste fatte a più riprese dal Sindaco.

Ai cittadini interessa meno di chi sono le responsabilità, ma giustamente chiedono aiuto, ascolto, concretezza e determinazione per risolvere le problematiche presenti, denunciate più e più volte.

Da tempo, ma in particolare negli ultimi mesi in alcuni quartieri come Ospedaletto, Coltano, Putignano, S.Ermete e zone limitrofe, si sono verificati numerosi furti ed aggressioni, senza considerare come del resto già segnalato in passato il giro di spaccio presente in tutti i quartieri sia di giorno che di notte.

Dopo l’aggressione per futili motivi avvenuta al meccanico sito in Via Scornigiana a Ospedaletto e altri episodi non piacevoli che si susseguono come: i furti in abitazione, macchine rubate, numerosi danneggiamenti, vetri sfondati alle auto in sosta, gomme tagliate e in alcuni casi rubate.

Questi episodi tolgono a tutti noi, la tranquillità e la serenità di vivere liberamente nei nostri quartieri.

I cittadini sono stufi ed addirittura non denunciano neanche più i reati, il rischio è che la frustrazione e la sfiducia verso lo Stato e le Istituzioni, fa aumentare le tensioni sociali e la “sicurezza fai da te”, questo dobbiamo evitarlo e dobbiamo pretendere che le situazione denunciate siano affrontate e risolte dalle autorità competenti; il governo deve fare delle riforme che vadano nella direzione giusta per la certezza della pena, non è possibile che dopo lo sforzo della forze dell’ordine per assicurare alla giustizia i delinquenti, non è possibile che il giorno dopo dell’arresto, gli stessi siano di nuovo a delinquere.

Voglio ringraziare tutti gli uomini e donne delle forze dell’ordine che giorno e notte lavorano in condizioni difficili e spesso senza mezzi e organici adeguati.

Cercando di esprime pubblicamente la volontà di molti cittadini che credono come me nelle Istituzioni e nello Stato, scongiurando altre strade fai da te, sono a richiedere pubblicamente un incontro pubblico urgente di confronto con il Prefetto, il Questore e il Sindaco all’interno di percorsi istituzionali del Consiglio Territoriale di Partecipazione n. 3 e per questo insieme a molti cittadini sosterrò una raccolta di firme per chiedere questo incontro" .


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna, di Viareggio, era in bici con il marito lungo l'Aurelia ed è stata ricoverata in gravi condizioni. E' caccia all'automobilista pirata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità