Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:22 METEO:PISA14°25°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 24 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Attualità venerdì 30 agosto 2019 ore 16:00

Sicurezza, lettera aperta del sindacato di Polizia

Il segretario provinciale del Siulp Vito Giangreco chiede chiarimenti a prefetto e questore sul ruolo dei vigilantes e su quello della politica



PISA — Vito Giangreco, segretario provinciale del sindacato Siulp, ha scritto una lettera aperta a prefetto e questore, mettendo nel mirino la recente approvazione del provvedimento per impiegare guardie giurate, a Pisa, in supporto alla Polizia Municipale e il ruolo di coordinamento istituzionale tra la Giunta e le Forze dell'Ordine. Ecco il testo della missiva:

"Signori Prefetto e Questore, il S.I.U.L.P.-PISA, pur accogliendo con favore i contenuti emersi dall’ultimo comitato per l’Ordine e Sicurezza Pubblica così come la maggior parte delle dichiarazioni e appelli apparsi in questi giorni sulla stampa locale volti spesso a migliorare la sicurezza della città, provenienti da politici ed associazioni di categorie, è costretto a chiederVI alcune necessarie precisazioni e non certamente riferite all’attività che verrà posta in essere per contrastare e tenere il più lontano possibile i giovani dallo sballo di alcool e droga.

Da esperti della delicata materia quale è per l’appunto la sicurezza, ci sia consentito chiederVI di fare chiarezza su una eventuale confusione che potrebbe derivare circa l’attribuzione di compiti e funzioni ad istituti di vigilanza privata fortemente volute dalla classe governativa della città.

Tale richiesta nasce dopo aver letto, tra le altre dichiarazioni, anche “I vigilantes, comunque armati, verranno coordinati dal comandante della polizia municipale e l’obiettivo rimane quello di avere maggiori forze in una zona ancora critica sotto il profilo dell’ordine pubblico”, ed ancora “L’esperimento della zona stazione è destinato ad allargarsi ad altre zone della città critiche per lo spaccio”.

Il S.I.U.L.P.-PISA che, già nel dicembre 2018, aveva chiesto spiegazioni ed esaustivi chiarimenti al fine di fugare i dubbi emersi dalla lettura di alcuni articoli stampa circa un ruolo attivo della vigilanza privata nel controllo del territorio del comune di Cascina, ricorda e sottolinea, ancora una volta, che il compito della salvaguardia dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica è affidato e demandato alle FF.OO. e che le figure individuate per legge sono due per l’appunto due: Prefetto e Questore; al primo sono attribuite compiti e funzioni di Autorità di P.S. politica mentre al Questore, figura paritaria al Prefetto, quelli di Autorità di P.S tecnica; a Voi il S.I.U.L.P.-PISA oggi, CHIEDE se a Pisa sia stata creata una nuova figura/ruolo (appresa dalla stampa locale) quella di “efficientare il coordinamento tra sindaco-assessore alla sicurezza-prefetto-questore” e se sì attraverso quale legge o normativa.

Il S.I.U.L.P.-PISA in virtù dei tanti “allargamenti” partecipativi, ritenuti validissimi, di diverse figure locali in seno al comitato chiede di valutare anche la partecipazione dei rappresentanti sindacali dei lavoratori che indossano la DIVISA della Polizia di Stato.

Infine, il S.I.U.L.P.-PISA, nel riporre come sempre tutta la propria fiducia nelle SS.LL. rivolgendosi a chi purtroppo vive di slogan chiede: 

Ma che fine hanno fatto i tanti paventati rinforzi di organico delle Forze di Polizia ed in particolare della Polizia di Stato?"

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo aggiornamento sul fronte dell'epidemia. I dati aggiornati alle ultime ventiquattro ore dal bollettino regionale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità