Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:PISA18°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 13 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La legale di Alessia Pifferi: «No, non ha ancora capito cosa ha fatto»

Attualità sabato 30 gennaio 2021 ore 18:30

Spiagge di ghiaia, doppio impegno della Regione

Eugenio Giani, Antonio Mazzeo e Michele Conti a Marina di Pisa

Due le azioni annunciate da Giani e Mazzeo, accolti a Marina di Pisa dal sindaco Conti: chiarezza sulla manutenzione e progetti per dighe sicure



PISA — Non sono mancati i marinesi, oltre al sindaco Michele Conti, ad attendere oggi in piazza Gorgona la visita di Eugenio Giani e Antonio Mazzeo. I due presidenti, della Regione Toscana il primo e del consiglio regionale il secondo, hanno voluto visitare di persona le discusse spiagge di ghiaia - i "sassini" che ad ogni mareggiata si riversano sulla strada -, annunciando due linee di azione da parte della Regione.

“Le forti mareggiate dei giorni scorsi - ha ricordato Mazzeo - hanno provocato gravi problemi, dal problema più profondo della costante erosione del nostro litorale a quello delle spiagge di ghiaia che, a causa della forza del mare, hanno invaso la strada lungomare provocando gravi disagi a residenti e esercenti. Per questo ho chiesto la disponibilità al Presidente Giani di fare un sopralluogo così da potersi rendere conto di persona della grave situazione”.

Le spiagge di ghiaia di Marina di Pisa

La prima azione proposta, a breve termine, riguarda la manutenzione delle spiagge di ghiaia: la Regione cercherà di fare chiarezza sulle competenze, prevedendo un contributo per il Comune di Pisa, che si dovrà occupare delle periodiche spianature.

La seconda, più a lungo termine, riguarda il completamento delle dighe e la definitiva messa in sicurezza del litorale marinese. Con questo obiettivo, la Regione appronterà un progetto da presentare per la richiesta dei fondi previsti dal Recovery Plan. Si stima un'opera da circa 15 milioni di euro e il modello da seguire sarà quello della "cella 7", la diga più a sud, che fra le già realizzate sembra essere quella che meglio contrasta la furia del mare.

Eugenio Giani

"Abbiamo due esigenze – ha specificato il presidente del consiglio regionale –. La prima è di intervenire con soluzioni immediate per mettere in sicurezza la costa di Marina di Pisa. E in questo caso serve una spianatura continua, non solo una volta all'anno. Ma deve essere chiaro che se la Regione ci mette le risorse, come ha sempre fatto in questi anni, il Comune deve poi garantire che gli interventi siano costanti e rapidi perché i cittadini hanno bisogno di chiarezza e non di continui rimpalli tra istituzioni. La seconda esigenza richiede invece interventi di più ampio respiro perché ci troviamo di fronte a un nodo strutturale, quello dell'erosione che tocca praticamente tutta la nostra costa Tirrenica da Carrara fino alla Maremma. C'è quindi bisogno di un intervento altrettanto strutturale. Un piano che nel caso di Marina di Pisa, facendo tesoro delle esperienze di questi anni, dovrebbe prevedere protezioni della linea di costa sul modello della vasca che ha dato i risultati migliori sia di contenimento del fenomeno erosivo sia di consolidamento della spiaggia. In questo caso le risorse utilizzabili sono quelle dei fondi Ue del Recovery Plan e c'è la disponibilità della Regione a valutare il progetto per inserirlo nelle proprie richieste al Governo” .

Il sindaco Conti con il governatore Giani

Il sindaco Conti, da parte sua, ha ribadito l'urgenza di un intervento definitivo, anche perché il fenomeno dell'erosione inizia a creare disagi e danni anche alle abitazioni di via della Repubblica Pisana e non solo, con i cittadini alle prese con allagamenti ogni qual volta c'è una mareggiata, nonché voragini nelle strade e crepe nelle mura.

"Il sopralluogo del Presidente Eugenio Giani a Marina di Pisa è un fatto positivo per il nostro Litorale - ha commentato il primo cittadino -. Dopo l’ultima mareggiata che ha provocato danni e disagi sul Lungomare avevo rivolto un appello al Presidente della Regione Toscana affinché fossero finalmente completati i lavori di difesa idraulica che ancora mancano per evitare che acqua e sassi invadano la strada ogni volta che c’è maltempo. L’impegno preso dai rappresentanti della Regione ci rassicura, abbiamo chiesto che si faccia presto. Va fatta una riflessione approfondita, dopo gli interventi urgenti, per affrontare il problema in maniera complessiva e definitiva. Ma non lo può fare il Comune da solo, ci vorrà l’impegno della Regione e degli altri enti coinvolti".

"Su questo fronte ho chiesto a Giani un’attenzione particolare al fenomeno dell’erosione - ha proseguito Conti - che potrebbe potenzialmente aggravarsi per il nostro Litorale anche alla luce della realizzazione della Darsena Europa nel Porto di Livorno. E’ necessario che siano indagate a fondo le conseguenze possibili in termini di impatto ambientale e di inquinamento, assolutamente da evitare per le acque che lambiscono le nostre località balneari, insignite della Bandiera Blu e che, insieme alle spiagge del Parco di Migliarino San Rossore e Massaciuccoli, costituiscono un prezioso patrimonio naturale da salvaguardare e proteggere". 

"Noi abbiamo commissionato uno studio stanziando 30mila euro - ha concluso il sindaco di Pisa -, chiedo alla Regione altrettanta attenzione. Come Amministrazione stiamo investendo moltissimo sulla riqualificazione di Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone, per renderle più attrattive dal punto di vista turistico. Non possiamo permetterci che questi sforzi siano vanificati da decisioni regionali o nazionali che vanno a detrimento del nostro Litorale. Tutelare l’ambiente, la costa e gli interessi dei cittadini Pisani è un nostro diritto/dovere che eserciteremo fino in fondo".

Tra i presenti anche l'assessora regionale Alessandra Nardini, vari consiglieri comunali, di maggioranza e minoranza, il consigliere regionale Diego Petrucci (Fdi) e il deputato Edoardo Ziello (Lega Salvini Premier).

Mazzeo, Giani e Petrucci

“Voglio ringraziare il Presidente Giani della sua immediata disponibilità – ha sottolineato Mazzeo - che dimostra una volontà di far fronte direttamente e personalmente ai problemi dei territori così da poterli affrontare con le dovute conoscenze. Perché questo è il sistema migliore per poi trovare la soluzione non solo più veloce, ma anche più efficace e duratura”.

Il sopralluogo sugli scogli di Marina di Pisa


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I due pazienti, entrambi residenti in provincia di Pisa, sono in isolamento domiciliare. Contatti sotto sorveglianza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità