Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il crollo degli edifici ore dopo il sisma in Turchia: i video ripresi con gli smartphone

Attualità sabato 23 luglio 2022 ore 12:34

Sviluppo turistico, un progetto da 900.000 euro

Il bastione del Parlascio

Il Comune parteciperà ad bando nazionale per realizzare un centro “Pisa time machine” al Parlascio e sostituire i vecchi totem informativi



PISA — Il Comune di Pisa parteciperà al bando riservato alla rete delle città e ai siti Unesco. La Giunta comunale, infatti, ha approvato il progetto di valorizzazione dell’offerta turistica della città di Pisa per un valore complessivo di oltre 900mila euro. Sono previsti molti interventi tra cui la nuovi strumenti di valorizzazione e promozione turistica, la implementazione di un nuovo sistema di orientamento cittadino, la sostituzione dei vecchi totem informativi, la realizzazione di nuovi itinerari turistici, la creazione al bastione del Parlascio di “Pisa time machine”

Nella redazione del documento di ammissione al finanziamento è stato tenuto conto del Piano di gestione Unesco, approvato nel 2021, e del Piano di sviluppo turistico del Comune di Pisa.

"La nostra Amministrazione – ha dichiarato il Sindaco di Pisa Michele Conti - in questi quattro anni è riuscita a ottenere già oltre 150 milioni di euro di risorse per Pisa, non solo dal PNRR ma anche da altri bandi ministeriali, regionali ed europei in tutti i settori. Questa capacità di attrarre risorse non è casuale, ma frutto di una capacità di programmazione e progettazione che abbiamo messo in campo fin dal primo giorno di insediamento. Anche questo progetto che presentiamo è un’altra tappa di un percorso che abbiamo avviato per la valorizzazione turistica di Pisa e arriva dopo la storica approvazione del Piano di gestione Unesco dello scorso anno, a cui hanno concorso tutti gli enti della città. Un piano che, tra i vari programmi di azione, stabilisce l’importanza di mettere in collegamento il sito Unesco con il resto del centro storico, ponendo con nuova forza la centralità della Pisa turistica, vero volano della nostra economia cittadina. In questa direzione va anche il progetto che presentiamo al Ministero del Turismo".

Cosa prevede il progetto

Pisa time machine. Realizzazione di un centro per il racconto immersivo e multimediale della storia di Pisa. Il progettto intende creare sinergie tra la piazza del Duomo, il museo e le altre realtà cittadine e quindi favorire uno spostamento dei flussi turistici e comunicare la complessità storico-culturale di Pisa. Il nuovo centro “Pisa Time Machine” sarà un luogo di sintesi dove si potranno rivivere le vicende più emblematiche della straordinaria storia cittadina: il polo è pensato come un centro vivo, che faccia leva sulle tecnologie multimediali (video mapping, VR e AR, digital storytelling) sia per coinvolgere il pubblico, sia per potersi facilmente trasformare, proponendo via via contenuti, temi e approfondimenti diversi e sempre nuovi. Il nuovo centro verrà ospitato all’interno del Bastione del Parlascio, oggetto di un’operazione di restauro finanziata dal Comune e dalla Fondazione Pisa (1,4 milioni di euro di investimento) attualmente in fase di ultimazione.

Implementazione di un nuovo sistema di orientamento cittadino. L’intervento intende sostituire e aggiornare gli attuali totem informativi presenti nel centro storico, ormai obsoleti e difficilmente comprensibili. La predisposizione di nuovi strumenti di comunicazione urbana consentirà da una parte di supportare in maniera adeguata il visitatore agevolandone la capacità di orientamento sul territorio e coinvolgendolo in un’esperienza di fruizione diffusa e integrata, dall’altra di decongestionare i flussi nella piazza del Duomo. I totem oggi presenti in città, infatti, sono di primissima generazione e quindi obsoleti e inutilizzabili. Saranno sostituiti con sei totem interconnessi, dotati di monitor performanti e di grandi dimensioni, per permettere all’utente di esplorare in maniera interattiva l’offerta culturale della città e informarsi sui nuovi percorsi all’interno della città, pedonali e ciclabili; su eventi e manifestazioni; orari di apertura, prezzi e accessibilità.

Sostituzione della segnaletica informativa. Si intende intervenire sulla segnaletica già esistente presso i principali punti di interesse della città per rinnovarla e renderla omogenea e interattiva: grazie alla presenza di Qr code o “chip contactless” sarà possibile migliorare l’esperienza di fruizione dei maggiori luoghi e percorsi cittadini. Si tratta quindi di una segnaletica di nuova generazione, in grado di dare informazioni continue e in più lingue, integrata con la città, che consentirà la tracciabilità delle visite dei turisti. In tutto verranno aggiornati 90 elementi segnaletici a partire dalla mappatura della cartellonistica turistica presente sul territorio.

Monitoraggio dei flussi turistici. Il progetto prevede anche lo sviluppo di un sistema di conoscenza delle dinamiche turistiche attraverso attività di indagine permanente sui visitatori. L’azione prevede la costituzione di una struttura “light” che possa autonomamente sviluppare analisi desk e field, che lavori alla ricerca e all’aggregazione di banche dati esistenti o coordini azioni condotte da soggetti diversi. Il programma di azioni previste consentirà di monitorare e analizzare dati essenziali sul profilo, le motivazioni e i comportamenti dei turisti, oltre che sul loro livello di conoscenza e consapevolezza del “valore universale eccezionale del sito di piazza Duomo”.

Itinerari turistici integrati. Una volta ottenuti i risultati dall’analisi delle dinamiche turistiche e con il pieno coinvolgimento degli stakeholder, l’attività mira a costruire un sistema di sviluppo partecipato dell’offerta turistica. L’intervento, quindi, consisterà in una pianificazione di percorsi partecipati di confronto tra gli stakeholder; facilitazione, attraverso tecniche di progettazione partecipata, dei tavoli di confronto e co-progettazione; elaborazione dei risultati e affiancamento strategico per l’attuazione; comunicazione e promozione del percorso.

Attività di comunicazione della destinazione turistica. Infine, con il progetto si mira a contribuire al rafforzamento di “Pisa is”, il progetto di city branding di Pisa, adottato dal Comune e realizzato con lo scopo di valorizzare la città e far accrescere l’appeal, riconducendo iniziative e attività a un’immagine grafica e a un linguaggio visivo unitario e coerente. Tale marchio territoriale presenta una serie di declinazioni, tra le quali il claim “Pisa is much more”: un progetto strutturale e strategico, complesso e trasversale che coinvolge la città e la comunità intera e ha l’obiettivo di promuovere le potenzialità e l’attrattività delle risorse di Pisa, le quali vanno oltre la sua Torre. Verrà quindi predisposto un piano editoriale di gestione degli strumenti social del turismo di Pisa, denominati “Pisa Turismo, azioni di SEO e SEM sul sito del turismo di Pisa, ideazione di format creativi online e offline, campagne di comunicazione; attività di coordinamento con tutti i soggetti che organizzano eventi sul territorio comunale per realizzare un calendario unico e condiviso; azioni di interoperabilità con il sito www.italia.it


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Addio a Renato Bacconi, segretario generale dal 1981 al 1990. Il cordoglio del sindacato: "Sempre in prima linea per i diritti dei lavoratori"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca