Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:11 METEO:PISA11°19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 26 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il centro di Catania scomparso sotto la forza dell'acqua

Attualità martedì 10 febbraio 2015 ore 12:12

Riuniti azionisti Sat, a breve la votazione

Naldi: "Un giorno memorabile nel quale si decide il futuro degli aeroporti toscani". Fuori flash mob contro la fusione, in sala mozioni e interventi



PISA — L'assemblea dei soci Sat è riunita all'aeroporto Galilei. Ordine del giorno l'approvazione del progetto di Fusione tra gli scali toscani: Mentre nella piazza del Galilei gli esponenti di Noi adesso Pisa manifestano contro il progetto, in sala fioccano gli interventi.

Presenti alla riunione il 93,55 per cento degli azionisti.

"Pisa -commenta Il presidente di Corporacion America Italia Roberto Naldi- avrà un grandissimo sviluppo, nei prossimi mesi si vedrà. La crescita del Galilei in modo più incisivo di quanto si pensi, così come sarà per l'aeroporto fiorentino. La fusione è un progetto ambizioso ma assolutamente attendibile, lo dicono i numeri. La Toscana ha tutte le carte in regola per diventare il terzo polo aeroportuale pisano".

"Quello che importa è la protezione del territorio -dice il sindaco Marco Filippeschi- Gli azionisti pubblici pisani non aderirono all'Opa perché interessati a promuovere una holding. Oggi dobbiamo essere ispirati dall'interesse pubblico che rappresentiamo e da soci che vogliono dare valore alle azioni che deteniamo".

Giovanni Conzadori e Franco Ferraro, rispettivamente presidente e vicepresidente del comitato Piccoli azionisti Sat, intanto, presentano una mozione: "I dati sono opinabili e insiste un conflitto di interessi nei Consigli d'amministrazione delle due società. No alla fusione".

Mentre i soci sono riuniti, nella piazza dell'aeroporto il gruppo consiliare Noi adesso Pisa ha organizzato un flash mob per dire (ancora una volta) no alla fusione tra Sat e Adf. "Qualcuno doveva manifestare il dissenso della maggior parte della popolazione pisana -ha commentato il capogruppo Diego Petrucci- Mi dispiace solo che fuori insieme a noi non ci siano state anche quelle compagini politiche, associazionistiche e quelle firme sindacali che da sempre hanno espresso la loro contrarietà al progetto di fusione".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato bloccato dalla polizia municipale dopo una colluttazione. Poi, durante i controlli, è spuntato fuori lo stupefacente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Spettacoli

Cronaca