comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 22°30° 
Domani 21°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 05 luglio 2020
corriere tv
Decreto rilancio, ecco le novità da sapere

Attualità mercoledì 01 luglio 2015 ore 15:55

Saldi: Attese con segno positivo per gli operatori

Ottimisti i commercianti di abbigliamento e calzature in vista dell'inizio della stagione dei saldi estivi. Si parte il 4 luglio



PISA — Sono moderatamente ottimisti i commercianti di abbigliamento e calzature, in vista dell'inizio della stagione dei saldi estivi. I saldi partiranno sabato 4 luglio e nonostante il clima d'incertezza, legato soprattutto alle vicende di Grecia e Russia, le attese degli operatori sono positive. Commenta Federica Grassini, presidente regionale di Federazione Moda Italia e numero uno di ConfcommercioPisa: “Non è facile fare previsioni, ma crediamo di confermare l'andamento del 2014, con la prospettiva concreta di fare meglio rispetto allo scorso anno”.

Grassini ammette che se i margini per i commercianti sono ridotti, in compenso per i clienti si aprono ottime prospettive per fare affari: “Sarà importante affidarsi però a quei negozi di qualità che offrono garanzie sui prodotti made in Italy e sul post vendita. Si aprono scenari positivi e possibilità di ottimi affari per i turisti che speriamo affolleranno in massa il litorale pisano, e per tutti coloro che hanno in programma cerimonie a settembre esiste la possibilità di acquistare abiti di ottima fattura a prezzi scontati”.

“C'è una luce in fondo al tunnel” – secondo Giovanni Nuti, vicepresidente di Confcommercio Valdera: “Se nei tre anni precedenti c'erano decrementi a due cifre, quest'anno la discesa si è arrestata. La ripresa non si è ancora tradotta in un aumento dei consumi, ma uno spiraglio positivo, seppur lentamente, si comincia finalmente ad intravedere all'orizzonte”.

Gli sconti oscilleranno tra il 30% e il 50% e la tipologia di acquisti sarà prevalentemente sui prodotti estivi come t-shirt, sandali, abiti leggeri. Secondo il Centro Studi ConfcommercioPisa i saldi estivi rappresentano il 15% circa dell'intero fatturato annuo dei settori di abbigliamento e calzature. Ogni famiglia a Pisa e provincia spenderà in media trecento euro per i saldi estivi 2015.

Per il direttore di ConfcommercioPisa Federico Pieragnoli - “i saldi estivi rappresentano un significativo banco di prova per capire il sentiment delle famiglie. Ci aspettiamo un esito migliore rispetto agli ultimi anni”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca