Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:40 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 08 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Germania, la standing ovation per Angela Merkel in parlamento

Politica domenica 27 settembre 2015 ore 14:29

Sgombero Rom, spaccatura a sinistra

Il Prefetto conferma l'ordinanza di Filippeschi per lo sgombero del campo Rom della Bigattiera. Rete Dem si smarca e invita all'inclusione



PISA — Dopo le prese di posizione di alcune associazioni e quella della lista Una Città in Comune anche Rete Dem, la componente del Pd che si è formata a Pisa e che raggruppa alcuni iscritti del partito a livello provinciale interviene sulla ormai prossima chiusura del campo Rom della Bigattiera a Tirrenia. Una struttura che ospita circa cento persone e per la quale l'amministrazione comunale, di concerto col Prefetto Visconti, ne ha ordinato lo sgombero.

"Sappiamo bene di vivere in una fase di straordinaria complessità, agitata da conflitti sociali enormi e profondi in cui vengono richiamate paure ancestrali mai come oggi obsolete e sbagliate. Ci chiediamo però – come uomini e donne di sinistra – perché dare risposte che rischiano di risultare funzionali soltanto ad agitare lo spettro dello scontro con la diversità: il “noi e loro” traccia una linea che non tiene conto delle sfumature opportune come non mai in questo momento. Per capire ed agire, politicamente e culturalmente. L’integrazione formale senza inclusione sociale non produce coesione. E le risposte in termini di mero ordine pubblico, in un quadro legislativo carente, producono soltanto emarginazione e esclusione sociale e non sanno (o non vogliono) risolvere le contraddizioni sociali, economiche, culturali e identitarie".

- dice un documento di Rete Dem che aggiunge -

"Non costruire muri ed esclusione. Rispondere “con più democrazia e più umanità” proprio nei confronti degli “ultimissimi”, i rom, coloro per cui la ricerca di soluzioni socialmente sostenibili si scontra con la fatica che sappiamo fanno le istituzioni locali e la società civile a trovare delle vie contando quasi esclusivamente sulle proprie forze. Crediamo che gli sgomberi muscolari non risolvano alcun problema. Sicuramente non quello dei bambini che vanno a scuola, per poi tornare nelle loro baracche dove il loro orizzonte si perde nel nulla del degrado.Crediamo quindi che l’unica soluzione al problema risieda, come afferma la Commissione Europea, nell’eliminare i campi rom fornendo alloggi sicuri, promuovendo il microcredito e la realizzazione di una campagna di vaccinazione per le famiglie rom, nel definire politiche incentrate sulla progressiva eliminazione della povertà e dell’esclusione sociale tra le comunità rom emarginate, nell’elaborare dei piani d'azione locali che rispecchino le necessità delle singole comunità”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un malore improvviso ha strappato ai suoi cari la donna. Dalla Scuola Mondo l'hanno ricordata come "una persona generosa, creativa e brillante"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità