Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:40 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 08 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Germania, la standing ovation per Angela Merkel in parlamento

Attualità venerdì 27 maggio 2016 ore 13:57

Stagnante la domanda di credito a Pisa

Crescono i prestiti concessi alle famiglie (+2,3%), calano quelli alle imprese (-0,7%). Le difficoltà di rimborso pesano sui tassi praticati alle imprese



PISA — Nel corso del 2015 l’andamento dei prestiti in provincia di Pisa ha continuato a diminuire con l’ultimo trimestre del 2015 che chiude con un -0,5%. Non si è, dunque, verificato quel progressivo miglioramento rilevato, invece, su scala regionale (dal -1,8% del I trimestre 2015 si è passati al +0,3% di fine anno). I prestiti alle famiglie consumatrici hanno registrato a Pisa una nuova espansione è mancata, invece, la spinta delle imprese: forte contrazione delle piccole imprese (-3,3%) mentre le medio-grandi segnano un +0,1%. A trainare sono stati i prestiti che le hanno richiesto sia per il credito al consumo (+2,7%) sia per l’acquisto di abitazioni (+3,0%).

Dati che emergono dall’ultimo report sull’andamento del mercato del credito pisano, preparato dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Pisa su dati Banca d’Italia.

In controtendenza rispetto all’Italia (-1,6%) e alla Toscana (-1,4%) il numero di sportelli bancari attivi in provincia di Pisa che, tra il 2014 ed il 2015, torna a crescere passando dalle 276 alle 278 unità.

Crescono ancora le difficoltà di rimborso dei crediti ricevuti. Nell’ultimo quarto del 2015, il tasso di decadimento ha continuato a salire, superando il tetto dei cinque punti percentuali (5,1%): un punto e mezzo al di sopra del corrispondente valore regionale. L’indicatore resta stabile per le famiglie pisane; le criticità maggiori interessano le imprese che stanno scontando più che altrove difficoltà che si riflettono in un deterioramento della qualità del credito erogato a livello locale dal sistema bancario: 7,3% il decadimento.

“Le incertezze sull’evoluzione della nostra economia, nonostante il calo dei tassi di interesse, - commenta Valter Tamburini, presidente della Camera di Commercio di Pisa - continuano a frenare la domanda di credito delle imprese. Per sostenere la voglia di investire delle nostre imprese e mitigare la maggiore rischiosità percepita dalle banche, la Camera di Commercio di Pisa, attraverso la propria azienda Speciale Assefi, ha stanziato 400mila euro per favorire l’ottenimento di garanzie rilasciate dai Confidi ed altri 45mila per contributi in conto interessi su micro finanziamenti concessi da istituti bancari convenzionati. Azioni concrete che vogliono agevolare quanto più possibile le imprese e gli imprenditori che credono nel loro futuro.”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un malore improvviso ha strappato ai suoi cari la donna. Dalla Scuola Mondo l'hanno ricordata come "una persona generosa, creativa e brillante"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità