Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:PISA13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 27 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Funerali Ennio Doris, Berlusconi fa le condoglianze alla moglie Lina Tombolato

Attualità lunedì 02 febbraio 2015 ore 14:41

Stop alla chiusura dei presìdi della polizia

Si arresta il piano di soppressione e razionalizzazione. In ballo c'erano 20 stazioni tra polizia postale e Polfer. Sap: "Chiederemo rassicurazioni"



PISA — La chiusura di 20 presidi della polizia postale e della polizia ferroviaria in Toscana è in battuta d'arresto e a salvarsi sarebbero anche quelli pisani. Lo si apprende da una nota del portavoce nazionale del sindacato di polizia Sap Massimo Montebove e del segretario regionale dell'organizzazione Fabio Grassi. 

"Dopo un anno di battaglia contro la chiusura dei presidi di polizia -dicono Montebove e Grassi- abbiamo ottenuto lo stop al piano di soppressioni e razionalizzazioni che solo in Toscana prevedeva la cancellazione di 20 uffici, in particolar modo della Polizia postale e della Polfer. Avevamo denunciato con forza la situazione nella nostra regione appena lo scorso novembre -proseguono- adesso dal Dipartimento della pubblica sicurezza  giungono buone nuove, anche se restiamo vigili in attesa dell'incontro con il ministro Angelino Alfano previsto per la metà di Febbraio".

"Entro questa primavera - spiegano- erano previste le chiusure di tutti gli uffici della polizia postale e delle comunicazioni delle città di Pisa, Prato, Livorno, Arezzo, Pistoia, Lucca, Grosseto, Massa Carrara e Siena. Si sarebbe determinato un danno gravissimo soprattutto per le indagini legate ai reati informatici, in un momento in cui le attività di prevenzione e repressione on line sono fondamentali anche nella lotta al terrorismo. Anche molti presidi della polizia ferroviaria erano nella lista delle chiusure, oltre alla polizia a cavallo".

"Lo stop al piano di soppressioni - aggiungono i sindacalisti - nasce da un battage mediatico che ci ha visti protagonisti con centinaia di interventi sulla stampa nazionale e locale, senza contare le interrogazioni parlamentari che abbiamo fatto presentare e le migliaia e migliaia di cartoline natalizie contro la chiusura dei presidi inviate al premier Renzi. 

Nei prossimi giorni il segretario generale del Sap, Gianni Tonelli, incontrerà il ministro Alfano. "Dal titolare del Viminale -conclude il Sap- pretendiamo chiarezza e vogliamo rassicurazioni".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati alle ultime ventiquattro ore fotografano la situazione sul fronte epidemico nella provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tabasco n.6

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Lida Chiavacci Ved. Ginesti

Giovedì 25 Novembre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS