QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 24°31° 
Domani 25°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 21 luglio 2019

Politica lunedì 22 giugno 2015 ore 12:35

"I grandi proprietari devono più di 600mila euro"

I numeri dell'inchiesta del gruppo consiliare Una città in Comune - Prc sui crediti vantati dal Comune. "Quello del Pampana non è un caso isolato"



PISA — Il gruppo consiliare Una città in Comune - Prc sta portando avanti un lavoro di inchiesta per individuare i crediti che il Comune vanta nei confronti di grandi proprietari.

"Durante la seduta del consiglio comunale dell'11 dicembre 2014 -spiegano gli esponenti dell'opposizione- abbiamo sollevato la questione del mancato pagamento del suolo pubblico da parte di Giuseppe Pampana, uno dei più grandi proprietari immobiliari di Pisa.
In quella occasione l'assessore Serfogli riferì che i soldi che Pampana doveva al Comune a quella data ammontavano a 204 mila euro. I 56 mila euro per i quali il sindaco ha denunciato Pampana negli scorsi giorni riguardano solo il periodo fino a giugno 2013.
Ai 200 mila euro dovuti a dicembre 2014 vanno quindi aggiunti i crediti dovuti per questi ulteriori 6 mesi visto che siamo al giugno del 2015.
Ma la storia del caso di Lungarno Guadalongo non finisce qui: "Ad oggi -riferiscono- la Sepi non ha ancora terminato le verifiche, fatte sempre su nostra richiesta, per determinare se Pampana paghi o meno l'Imu sull'area edificabile retrostante il lungarno, che è sempre di sua proprietà.

Ma il caso di Pampana non sarebbe isolato. "In questi mesi- si legge in una nota di Una città in comune- abbiamo presentato diversi atti ispettivi attraverso i quali sono emersi i numerosi crediti del Comune per il suolo pubblico non pagato. Le cifre che di seguito riportiamo devoono essere aggiornate visto che sono passati già alcuni mesi da questi atti ispettivi". 

Ecco l'elenco fornito dal gruppo consiliare


- per Palazzo Boyl la Tognozzi Spa deve 200 mila euro al Comune
- per Palazzo Mazzarosa il nobile Mazzarosa deve 20 mila euro al Comune
- per il cantiere di Via Cavalca la Società Porton Rosso deve 143 mila euro al Comune con avvisi emessi dall'ente solo 3 anni dopo.
- per il cantiere della Ex-Draga la Fondiaria Paradisa deve: 96 mila euro al comune

"Grazie a questi atti ispettivi - continuano-arriviamo, quindi a determinare la cifra di 659 mila euro di crediti che il Comune deve avere per occupazioni di suolo pubblico non pagate. Insomma un tesoretto esiste e occorre che il comune faccia tutte le azioni del caso per riscuotere queste somme. La nostra inchiesta nel frattempo non si ferma e abbiamo già depositato altri atti per far emergere altre situazioni simili".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità