Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 27 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Salvini: «Se ho incontrato Cassese? Non so neppure dove abiti»

Spettacoli martedì 18 marzo 2014 ore 10:35

Ti ho sposato per allegria, ma c'è poco da ridere

Francini, Salce e Maccarinelli al Teatro Verdi e un matrimonio nel quale si specchia una società poco incline al cambiamento



PISA — Chi si aspetta di ridere è rimasto deluso. Perché Ti ho sposato per allegria, sabato e domenica scorsi al Teatro Verdi di Pisa, è una commedia, ma che a tratti piomba in una malinconia che fa riflettere.

Scritta da Natalia Ginzburg nel 1964, prima del divorzio e quando la famiglia era una cosa un po' diversa, riesce a non sapere di vecchio o di lontano, specie quando va in scena in un grande teatro sì, ma di una provincia italiana.
Il quasi monologo del primo atto è in parte alleggerito da una Chiara Francini frizzante e sempre in movimento, contrapposta al mondo pacato e sobrio che rappresenta il marito interpretato da Emanuele Salce.
Con loro sul palco ci sono Anita Bartolucci, Giulia Weber e Valentina Virando. Scene di Paola Comencini, costumi di Sandra Cardini, musiche di Antonio Di Pofi, regia di Piero Maccarinelli.
Tutto si apre un po' alla volta, come le lenzuola del letto dove lo spettacolo inizia e finisce. Ingombrante quasi quanto quella mamma che arriva in scena solo al secondo atto e come le altre mamme, quelle che segnano i figli e le loro vite e che, in scena, non ci arrivano proprio, ma è come se ci fossero.

Due vite diverse formano una coppia che sembra male assortita e che alla fine si scopre essere più uguale che diversa. Ma questo, all'inizio, quando si sposano dopo appena un mese dal primo incontro, loro non possono saperlo. Come non lo sa lo spettatore, che guarda l'unione con gli stessi occhi scettici della mamma-suocera.

Il pregiudizio è il vero protagonista di una scena che invita al cambiamento e che il cambiamento lo celebra. Ma solo finché resta sul palco e non scende nella vita.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il caso, riguardante l'ospedale Santa Chiara, è stato portato all'attenzione pubblica dalla trasmissione di Rete4 "Fuori dal coro"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Politica

Cronaca

Attualità