Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:28 METEO:PISA19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 26 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scontri Cgil, il video della trattativa tra Castellino e la polizia prima del corteo: «Vogliamo Landini»

Attualità mercoledì 15 luglio 2020 ore 23:05

Casi di Covid in arrivo dall'Albania, Rossi lancia l'allarme

Il governatore chiede un provvedimento nazionale dopo i casi di contagio da persone rientrate da Paesi extra-Schengen con voli sugli aeroporti toscani



FIRENZE — Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi chiede un provvedimento nazionale che consenta di "mettere sotto controllo" i viaggiatori che arrivano in aereo in Italia dai Paesi extra-Schengen, direttamente o indirettamente dopo uno scalo in altri aeroporti europei.

Allo stato attuale tutti coloro che arrivano in Italia dai Paesi extra-Schengen sono tenuti ad osservare una quarantena di 15 giorni in un domicilio conosciuto ma l'attuale organizzazione degli sbarchi e dei controlli non garantisce la piena osservanza della misura visto che sono in aumento anche in Toscana le persone che contraggono il Covid-19 da altre appena rientrate dall'estero. Fra queste 5 sono state individuate nelle ultime 24 ore e sono riconducibili, secondo la Regione Toscana, a "voli arrivati dall'Albania sull'aeroporto di Pisa". 

"Abbiamo avuto nuovi focolai di Covid nella comunità peruviana, poi nella comunità bengalese, ora in quella albanese per voli arrivati dall'Albania alcuni gìorni fa - ha detto il presidente Rossi - Io rilancio di nuovo l'allarme: bene chiudere gli arrivi da alcuni Paesi, le norme ci sono ma il problema è farle rispettare". Soprattutto per evitare che gli scali in alcuni grandi aeroporti europei consentano di bypassare le disposizioni di sicurezza anti-Covid per l'ingresso in Italia.

"Noi bbiamo deciso di adottare autonomamente un'intesa con Toscana aeroporti per gli scali di Pisa e Firenze insieme a Polaria, la polizia di frontiera aerea - ha spiegato Rossi - In base a questa intesa, coloro che provengono da Paesi non Schengen con voli europei o attraverso hub europei riceveranno l'avviso dell'obbligo di quarantena per 15 giorni".

"Attualmente la media delle persone che transitano dagli aeroporti toscani è duemila al giorno - ha sottolineato il presidente della Regione -  Di questi, 400-500 dovrebbero provenire direttamente o indirettamente da Paesi non Schengen. Non è così complicato quindi controllare queste persone. Io posso arrivare fino a questo ma non posso decidere cosa si deve fare a Milano, Roma o Bologna. Ecco perchè chiedo un provvedimento di carattere nazionale".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato bloccato dalla polizia municipale dopo una colluttazione. Poi, durante i controlli, è spuntato fuori lo stupefacente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Cronaca

Cronaca