Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:49 METEO:PISA23°30°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 27 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La grandine manda in tilt l'autostrada A1: auto devastate, parabrezza sfondati e code infinite

Cronaca lunedì 14 settembre 2015 ore 18:14

Rissa fra detenuti, tre poliziotti feriti

L'episodio avvenuto nel carcere Don Bosco è stato reso noto dal Sappe: "20 nordafricani se le sono date di santa ragione. Trovato un coltello"



PISA — "Quello che è successo è sintomatico di un'emergenza penitenziaria che permane, nonostante tutto - ha commentato il segretario generale del Sappe Donato Capece - Mi auguro che i poliziotti siano premiati per l'ottimo intervento operativo. Un saluto particolare va ai tre poliziotti feriti colpiti dai detenuti mentre tentavano di separarli. Ora si trovano al pronto soccorso per le cure. La rissa poteva avere più gravi conseguenze, visto che i poliziotti hanno sequestrato nel cortile un rudimentale coltello". 

"Preoccupa il continuo ripetersi di eventi critici e violenze contro i poliziotti nel carcere di Pisa - prosegue Donato Capece -  Sono troppi gli agenti che subiscono le violenze dei detenuti: dovrebbe fare riflettere il consistente numero di poliziotti assenti per malattia. Ma sembra che il direttore del carcere non adotti alcun intervento risolutivo per modificare questo stato di cose".

Replicando al sindacato, il direttore del Don Bosco Fabio Prestopino ha dichiarato di aver già avanzato "proposte specifiche al provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria per aumentare la sicurezza dell'istituto e del personale".

"Auspico che le proposte che ho formulato, specificatamente connesse alla sicurezza e che preferisco non anticipare - ha  detto Prestopino all'Ansa - siano accolte dall'amministrazione perché sono sicuro che avranno effetti positivi. La rissa di oggi, stando alle prime informazioni, sarebbe stata originata da questioni legate allo spaccio di sostanze stupefacenti all'interno del carcere, un fenomeno a Pisa purtroppo ampiamente diffuso".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ragazzo ha 23 anni e non ha dato più notizie alla famiglia da sabato scorso. E' originario di Marsala, in Sicilia ed è in Toscana dal 2017
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Politica