Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:37 METEO:PISA17°28°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 03 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tita e Banti: «Ci siamo conosciuti per caso, orgogliosi di essere la prima medaglia d'oro mista dell'Italia»

Attualità martedì 16 giugno 2015 ore 12:55

Un sostegno ai disabili in Palestina

Via al progetto della Società della Salute della zona pisana che si inserisce nel più ampio programma di Cooperazione Italo-Palestinese



PISA — Sostegno alla disabilità, potenziamento delle competenze professionali del personale che opera nei centri per disabili in Palestina; aumento della capacità di presa in carico appropriata ed efficace e diffusione delle buone prassi in atto nei nostri centri dedicati ai disabili, in particolare minori: questi sono i principali obiettivi di “Ponte di Mezzo”, il progetto messo in atto dalla Società della Salute della zona pisana che si inserisce nel più ampio programma di Cooperazione Italo-Palestinese promosso a partire dal 2004 dal Ministero italiano degli Affari Esteri (MAE).Il progetto, in particolare, si integra con una azione che vede coinvolto ilComune di Cascinadal titolo “Sostegno alla direzione generale agli affari delle persone con disabilità (GADPA)” tesa al sostegno e al potenziamento delle politiche rivolte alla disabilità da parte delle municipalità con particolare riguardo alla creazione di centri per le persone disabili in comuni del sud del West Bank (governatorati di Hebron e Betlemme)

Il ponte di mezzo è il simbolo di Pisa, dopo la torre pendente, ma non solo per questo è stato scelto come nome del progetto: il ponte rappresenta evocativamente l’unione tra i popoli, come mezzo per superare l’ostacolo, come opportunità di continuare un cammino nonché ricerca di conoscenza

Nei comuni di Yatta e Somou, oggetto della visita della delegazione pisana, ci sono due centri che svolgono tre tipi di attività rivolte a bambini con disabilità motorie gravi, a giovani con ritardo mentale e sindrome di down e a pazienti esterni che presentano esiti da patologie traumatiche o comunque con decorso limitato nel tempo (fratture etc), o problemi di minore gravità.

In questi centri si è svolta, nel maggio scorso, l’attività di formazione da parte dei professionisti della Società della Salute, dell’Asl 5 di Pisa e dell’Aoup, che hanno lavorato nei due centri per portare a termine il quarto ed ultimo modulo formativo previsto dal progetto “ponte di mezzo” che prevedeva il trasferimento di nozioni utili all’ organizzazione delle attività sanitarie, sociosanitarie e riabilitative sia in ambito ambulatoriale domiciliare in fase intensiva, estensiva e cronica.

I profili professionali presenti in tali centri, sia con profilo sanitario (fisioterapista) sia con profilo sociale (assistente sociale), già sviluppano buone prassi, eventualmente esportabili, in ambito riabilitativo e relativamente al rapporto con i familiari nelle relazioni personali, cercando le migliori metodologie di approccio psicologico verso le famiglie.

Gli operatori si sono concentrati nel fornire le competenze necessarie ad una classificazione delle casistiche trattate, sulla base di tre elementi: diagnosi, disabilità e contesto, così come previsto dall’ ICF (international classification of functioning disability and health), la classificazione internazionale delle patologie.

Il progetto, che prevede uno scambio di competenze e di esperienze, si conclude con la visita degli operatori palestinesi nelle strutture del territorio pisano (dal 12 al 18 giugno)

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto nella frazione di Agnana. Due persone di 32 e 50 anni sono state trasportate all'ospedale di Cisanello
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità